Come cambiare il pannolino: tutti i passaggi

da , il

    Oggi parliamo di pannolini. Per la precisione della sequenza di gesti che vi permetterà di cambiare il pannolino al vostro neonato senza perdere tempo e in modo impeccabile! Si tratta di una questione direi centrale nella vita delle famiglie che accolgono un nuovo nato. Il pargolo, si sa, per i primi mesi di vita compie, essenzialmente, tre azioni fondamentali, peraltro non ancora volontarie: mangia, dorme e va di corpo. L’ultima di queste “funzioni” necessita di tutta una sua cura particolare legata proprio all’igiene dell’apparato genitale durante il cambio del pannolino.

    A tal proposito, possiamo affermare: un pannolino vale l’altro? In commercio ve ne sono ormai di tutti i tipi, diversificati per sesso e per età, con prezzi differenti, usa e getta, ecologici e biodegradabili, in stoffa e lavabili e via dicendo. Identificate quelli che fanno al caso vostro, in base al portafogli, alla maggiore o minore sensibilità nei confronti dell’ambiente, alle esigenze di vostro figlio. Qualunque tipologia e marca decidiate di scegliere, cari neo genitori, il punto è questo: il pannolino andrà cambiato comunque, tante volte al giorno, e più rapidi sarete nell’eseguire l’operazione, tanto meglio sarà! Ecco, dunque, alcune regolette da seguire per il perfetto cambio del pannolino:

    1. Stendete un asciugamano sul fasciatoio (o un’altra superficie se non avete altro a disposizione)
    2. Abbiate cura di sistemare tutto l’occorrente a portata di mano, per non dover essere costretti a lasciare il bimbo nel bel mezzo dell’operazione per correre a prendere il borotalco in bagno…
    3. Stendete il piccolo sull’asciugamano, toglietegli tutina o vestitino e sfilategli il pannolino sporco
    4. Con le salviettine umidificate cercate di eliminare il “grosso” delle feci
    5. Detergete la zona anale con acqua tiepida, delicatamente, o con l’apposito latte detergente. Lavate poi tutta l’area genitale, avendo cura, per le femminucce, che la detersione vada sempre dalla vagina all’ano e mai viceversa, onde evitare rischiose infezioni. Ricordate che questo è il momento più delicato, cercate di procedere con scrupolo e attenzione, anche se andate di fretta.
    6. Asciugate bene il sederino del vostro bambino, spalmate uno strato di pomata anti arrossamento su tutta la zona e cospargete di talco
    7. Ora potete finalmente mettere al bebè un nuovo pannolino, che avrete tenuto aperto e pronto per l’uso, facendo attenzione a quale sia il “dietro” o il “davanti”, o sarete costretti a toglierlo e rimetterlo nel verso giusto!

    Niente di complicato, care mamme e papà, alla fine, con un po’ di pratica – che certamente non mancherà – sarete in grado di diventare dei veri e propri campioni di cambio del pannolino, con estrema soddisfazione del vostro neonato!