Come cambiare il pannolino al vostro bambino

il cambio del pannolino è un'operazione delicata e spesso siamo un po' imbranati, si ha paura di far male al bimbo. Mettiamolo su un posto piano con un asciugamano, tolto il pannolino, laviamolo con delicatezza. Lasciamo respirare la pelle qualche minuto e poi rimettiamo il pannolino

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 19 giugno 2009

Mettersi alla prova con i pannolini è uno dei momenti storici. Forse più per i papà che per le mamme, ma rappresenta davvero l’ingresso nello status di genitori. Qui trovate una breve guida da seguire per i primi cambi. Sarà semplici non preoccupatevi.
Quando il bambino è piccolissimo, appena rientrato dall’ospedale, si ha paura di prenderlo male, poi diventa più grandicello e la vivacità mette in crisi l’operazione. Ma andiamo per tappe. Il pannolino andrebbe sostituito più volte al giorno, 6-8 volte più o meno ogni 3 ore.

Il primo passo è quello di prendere il bambino e appoggiarlo su una superficie piana. Magari un fasciatoio, il letto, un tavolo. La cosa importante è che sia in una posizione sicura e che sotto abbiate appoggiato un asciugamano, che lo divida dalla superficie e per igiene e perché il bimbo senza pannolini potrebbe dar sfogo a qualche altro bisogno.

Quando hai tolto il vecchio pannolino, lava il bimbo. La cosa migliore è passarlo sotto l’acqua corrente con un po’ di sapone neutro, il caso di pipì potreste anche usare delle salviettine igieniche. Sii delicata e asciugalo bene. Lascialo poi qualche minuto senza, la pelle ha bisogno di respirare. Magari passagli un po’ di borotalco mentolato o un filo di crema, per dargli sollievo.
Puoi ora dimettere un nuovo pannolino. Quelli di nuova generazione sono facili da usare. La scelta del modello deve essere in base al peso.