Carie bambini: un problema sempre più frequente per i piccoli

Da una recente ricerca presentata nel corso del Congresso Nazionale dei docenti di Discipline Odontostomatologiche,a Firenze e Siena è emerso che la grande maggioranza dei bambini italiani ha problemi di carie.

Pubblicato da Francesca Bottini Domenica 17 aprile 2011

E’ allarme carie per i bambini italiani: sono sempre più i piccoli che riscontrano questo problema e i responsabili sono solo dolci, caramelle e cioccolato. Una corretta igiene orale a casa non basta infatti: anche a scuola bisognerebbe avere un’attenzione maggiore per le esigenze dei più piccoli. I bambini infatti, vedendo questi momenti come gioco, tendono a scambiarsi anche gli oggetti per l’igiene personale, aumentando la possibilità e il rischio di contagio di infezioni e malattie. Ed ecco perché, come suggeriscono gli esperti, ogni bambino dovrebbe utilizzare solo spazzolini monouso nelle scuole.

“Per i bimbi al di sotto dei sei anni sarebbe previsto l’impiego di prodotti monouso come salviette, fazzoletti, bavagli, spazzolini da denti; laddove non sia possibile bisogna evitarli del tutto” sottolinea Antonella Polimeni, Ordinario di Odontoiatria Pediatrica dell’Università Sapienza di Roma.

Secondo una recente ricerca tutta italiana, presentata nel corso del Congresso Nazionale dei docenti di Discipline Odontostomatologiche,a Firenze e Siena, è infatti emerso che un bambino su cinque sotto i sei anni ha già avuto almeno una carie. Uno su tre invece soffre di placca: c’è però anche il dato confortante del 76% dei bambini sotto i 6 anni che non è mai dovuto ricorrere all’aiuto del dentista.

La regola di lavare i denti almeno tre volte al giorno non solo è ancora valida ma deve essere seguita alla lettera. Pensate che sempre secondo la ricerca ben il 50 % dei genitori consente al figlio di lavarsi i denti solo una volta al giorno mentre il 60% vizia i bambini intingendo di miele o zucchero il ciuccio. C’è poi il preoccupante dato dell’8% dei bambini che non lava mai i denti.