Canzoni Zecchino d’Oro: “Per un ditino nel telefono”

da , il

    Il cellulare è per i bambini di tutte le età una vera passione. Sicuramente per via dell‘emulazione nei confronti di noi genitori. Per i più piccoli però il fascino raddoppia, per vari motivi: è minuscolo, maneggevole, spesso colorato, ha tante lucine e suoni diversi a seconda del pulsante che si spinge e…se lo si lancia fa un bel rumore! Proprio per questo motivo è anche un oggetto che i bimbi non possono e non devono toccare! Si ritiene inoltre che possa essere pericoloso per lo sviluppo cerebrale e basterebbe solo questa come motivazione per non lasciarlo, mai in giro.

    Ma se non bastasse, guardate (e ascoltate) cosa succede in una tranquilla notte in una casa come tante…a causa di un telefonino lasciato incustodito!

    “Per un ditino nel telefono”

    Pronto?…Pronto, pronto?…

    Rit.

    Per un ditino nel telefono

    ne son successe delle belle;

    per un ditino nel telefono

    sono successi tanti guai.

    Il mio fratello piccolo

    che leggere non sa

    e non conosce i numeri,

    sapete cosa fa?

    Lui gioca col telefono

    quando non c’è papà

    ed ha parlato

    con tutta la città.

    1 1 7 e son corsi tre tassì;

    1 8 6 un telegramma è giunto qui;

    7 7 7 arrivò la polizia

    e invadendo casa mia

    portò via il mio papà.

    Rit.

    Per un ditino nel telefono

    ne son successe delle belle;

    per un ditino nel telefono

    sono successi tanti guai.

    Chiamò la guardia medica,

    il medico arrivò;

    la mamma che gridava

    tra i matti si trovò.

    I vigili del fuoco

    son giunti dopo un po’

    e con tant’acqua

    la casa naufragò.

    1 1 4 e una sveglia ci arrivò;

    1 8 2 il centralino ci chiamò;

    6 2 0 arrivò un carabiniere

    che ci mise le manette

    e in prigione ci portò.

    Rit.

    Per un ditino nel telefono

    ne son successe delle belle;

    per un ditino nel telefono

    sono successi tanti guai,

    sono successi tanti guai ai ai ai ai!