Canzoni per bambini: “44 gatti”

"44 gatti" è una canzone storica che tutti i bambini dovrebbero conoscere: oggi vi proponiamo il testo e il video da far vedere ai vostri piccoli.

Pubblicato da Francesca Bottini Lunedì 7 giugno 2010

Canzoni per bambini: “44 gatti”

Assolutamente inaccettabile che i vostri bambini non conoscano questa bellissima e storica canzone. Poco importa se non è la sigla di alcun cartone animato o se non è recentissima: “44 gatti” è la canzone che ha fatto la storia dello Zecchino d’Oro e che ha allietato i pomeriggi di intere generazioni. E’ una canzone molto simpatica perfetta per le festicciole dei vostri piccoli e per le gite in automobile. Ecco il video originale e il testo di questa bellissima canzone.

Nella cantina di un palazzone
tutti i gattini senza padrone
organizzarono una riunione
per precisare la situazione.

Quarantaquattro gatti,
in fila per sei col resto di due,
si unirono compatti,
in fila per sei col resto di due,
coi baffi allineati,
in fila per sei col resto di due,
le code attorcigliate,
in fila per sei col resto di due.

Sei per sette quarantadue,
più due quarantaquattro!

Loro chiedevano a tutti i bambini,
che sono amici di tutti i gattini,
un pasto al giorno e all’occasione,
poter dormire sulle poltrone!

Quarantaquattro gatti,
in fila per sei col resto di due,
si unirono compatti,
in fila per sei col resto di due,
coi baffi allineati,
in fila per sei col resto di due,
le code attorcigliate,
in fila per sei col resto di due.

Sei per sette quarantadue,
più due quarantaquattro!
Naturalmente tutti i bambini
tutte le code potevan tirare
ogni momento e a loro piacere,
con tutti quanti giocherellare.
Quarantaquattro gatti,
in fila per sei col resto di due,
si unirono compatti,
in fila per sei col resto di due,
coi baffi allineati,
in fila per sei col resto di due,
le code attorcigliate,
in fila per sei col resto di due.

Sei per sette quarantadue,
più due quarantaquattro!
Quando alla fine della riunione
fu definita la situazione
andò in giardino tutto il plotone
di quei gattini senza padrone.

Quarantaquattro gatti,
in fila per sei col resto di due,
si unirono compatti,
in fila per sei col resto di due,
coi baffi allineati,
in fila per sei col resto di due,
le code attorcigliate,
in fila per sei col resto di due.
Sei per sette quarantadue,
più due quarantaquattro!