Cambia sesso e diventa mamma, ma ora è un uomo. Accade in GB

da , il

    Cambia sesso e diventa mamma, ma ora è un uomo. Accade in GB

    Ecco una storia a dir poco sconcertante: un uomo diventa mamma, ma essendo stata donna e dopo aver cambiato sesso. Lo so, è complicato, ma vediamo di spiegare meglio. Intanto bisogna premettere che ci troviamo in Gran Bretagna, dove il Sunday Times, edizione domenicale del quotidiano più prestigioso d’Inghilterra, ha edotto i suoi lettori sulla vicenda di un trentenne, diventato, per l’appunto, la prima mamma-maschio del Regno Unito, ma non del mondo, ho infatti scoperto che esistono altri due casi analoghi in Spagna e negli USA.

    Il neo mammo era nato donna, ma si era sottoposto ad un intervento per cambiare sesso e diventare uomo. Tuttavia, durante l’operazione il suo utero non era stato rimosso, conseguentemente, in linea puramente teorica, una gravidanza sarebbe stata possibile. Previa stimolazione ormonale, naturalmente.

    L’uomo, di cui per motivi di privacy non sono state diffuse le generalità, desiderando concepire e partorire un figlio anche se ormai passato “dall’altra parte”, si era perciò rivolto alla Beaumont Society (un Istituto che offre sostegno alle persone che hanno cambiato sesso), per avere delucidazioni in merito ad una sua possibile, eventuale gravidanza.

    Insomma, alla fine, grazie a cure ormonali, l’uomo è rimasto incinto e il suo bambino sarebbe nato l’anno scorso, suppongo con taglio cesareo, sebbene la notizia sia trapelata solo ora. Onestamente rimango basita di fronte a notizie di questo tipo. Ovviamente invio virtualmente i miei migliori auguri al bimbo e anche al mammo, ma come si fa a non pensare che si sia davvero superato il limite? C’era bisogno di “forzare” la natura a questo modo? Ai posteri l’ardua sentenza…