Body scanner: pericoloso per le donne incinta?

Si è molto parlato di Body scanner in questi ultimi tempi: in un momento in cui la sicurezza di tutti noi viene messa in pericolo dalle minacce terroristiche, i governo hanno deciso di alzare la guardia con l’introduzione di questi macchinari in grado di rivelare la presenza, addosso ai passeggeri, di sostanze o oggetti pericolosi.

Pubblicato da Francesca Bottini Martedì 12 gennaio 2010

Body scanner: pericoloso per le donne incinta?

Si è molto parlato di Body scanner in questi ultimi tempi: in un momento in cui la sicurezza di tutti noi viene messa in pericolo dalle minacce terroristiche, i governo hanno deciso di alzare la guardia con l’introduzione di questi macchinari in grado di rivelare la presenza, addosso ai passeggeri, di sostanze o oggetti pericolosi. Anche l’Italia avvierà presto la sperimentazione del body scanner in 3 aeroporti: Fiumicino, Malpensa e Venezia. Tantissime le persone favorevoli, ma cominciano anche a sorgere dei dubbi che dovranno essere risolti nei prossimi mesi. Le radiazioni del Body Scanner sono pericolose per le donne incinta e per i loro bambini?

Ecco come si è espresso al Quotidiano La Stampa il Ministro Fazio a proposito di potenziali rischi:”Le esposizioni non vanno valutate tanto per la quantità di emissioni quanto per la loro accumulazione. La nostra commissione dovrà dire cosa è sicuro, per quali cittadini, e quali accorgimenti usare per i soggetti a rischio. sono verifiche che possiamo fare in tempi molto rapidi: per quanto gli eventi ci obblighino ad esserlo, su questi temi non possiamo fare improvvisazioni. Il presidente dell’Enac e tutti i ministri la pensano come me”.

E sottolinea “In linea teorica le radiazioni ionizzanti possono, e sottolineo possono, presentare più rischi. Ma occorrono dati che per ora non abbiamo. C’è un rischio potenziale anche per le donne incinte che non sanno di esserlo“.

E subito si è levata una grande quantità di voci: chi è favorevole sostenendo che i rischi sono praticamente nulli e chi invece è contrario sottolineando come queste radiazioni bombarderebbero il nostro corpo.

Una cosa è certa: in tantissime situazioni della nostra vita siamo esposti a radiazioni e ad emissioni di raggi senza neanche accorgercene.

E c’è infatti anche chi, come lo scienziato Andrew Einstein, del Columbia University Medical Center spiega come “la quantità di radiazione da loro (body scanner) emessa è equiparabile a quella assorbita da un individuo durante un volo aereo a causa dei raggi cosmici.”