Bambini, troppa igiene non fa bene alla salute

Germi e batteri non sempre sono nostri nemici, talvolta rappresentano anche dei preziosi alleati. Secondo uno studio americano, la pelle reagisce meglio alle ferite quando la microflora è adeguatamente popolata da stafilococchi.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 27 novembre 2009

Non toccare le cose che stanno per terra, non ti avvicinare che lì non è pulito, evita di mettere in bocca tutto: non è igienico. Quante volte abbiamo ripetuto queste fresi ai nostri bimbi per proteggerli da germi e batteri?
Secondo uno studio americano, la pelle reagisce meglio alle ferite quando la microflora è adeguatamente popolata da stafilococchi. Alcune volte, quindi, i germi e i batteri possono essere amici dell’uomo. È questo il risultato di uno studio dell’Università di San Diego che ha mostrato come in caso di ferite cutanee questi germi potenzialmente nocivi rappresentino un importante aiuto nel regolare la risposta immunitaria dell’organismo. Non esageriamo i centri di bellezza e lasciamo liberi di giocare e sporcarsi.

Troppa pulizia non va bene: per sviluppare le difese immunitarie i nostri bimbi, seppur in minima parte, devo entrare a contatto con lo sporco. I risultati della ricerca rappresenterebbero un punto a favore della cosiddetta ipotesi igienica, secondo cui la maggior igiene, e quindi la minor insorgenza delle malattie infettive, avrebbe disabituato il sistema immunitario a distinguere le sostanze “buone” da quelle “cattive”, favorendo la diffusione delle allergie.

Foto tratte da
dueparole.it
flickr.com