Bambini senza tonsille a rischio obesità

I bambini che hanno subito l'asportazione delle tonsille rischiano maggiormente l'obesità infantile. Ecco perchè.

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 1 febbraio 2011

Bambini senza tonsille a rischio obesità

I bambini senza le tonsille rischiano, più degli altri, di diventare obesi. Insomma, brutte notizie per i nostri cuccioli che prima devono fare i conti con un intervento, che seppur di routine è sempre un intervento, e poi con il peso. A confermare questa teoria è una ricerca dell’Università di Saint Louis, negli Stati Uniti. Per giungere a questa teoria sono stati esaminati studi precedenti e rielaborati i dati. Il campione è davvero molto vasto, per cui si può credere sia affidabile, ma vediamo cosa hanno scoperto.

Sono stati esaminati i dati di 795 pazienti da zero a 18 anni d’età, alcuni dei quali oltre alla tonsillectomia avevano subito l’asportazione delle adenoidi. In uno degli studi all’operazione ha corrisposto un aumento di peso fino all’8,8 per cento. Le tonsille sono un po’ il filtro del nostro corpo e se si ammalano o vengono rimosse possono dare alcuni problemi.

Altre ricerche hanno trovato che l’aumento di peso interessa una percentuale variabile tra il 46 e il 100 per cento dei pazienti, a seconda della definizione di obesità e del campione scelto. Anita Jeyakumar, una delle autrici, ha infatti spiegato che i parametri sono variabili, ma che per diversi meccanismi la la tonsillectomia potrebbe favorire l’aumento di peso.

“Le tonsilliti frequenti possono portare a disfagia, che provoca difficoltà nel deglutire e quindi diminuisce le calorie introdotte. Inoltre dopo l’operazione i genitori potrebbero tendere a ‘ricompensare’ i figli con quantità extra di cibo”. Sarà davvero così?