Bambini, lo smog aumenta i rischi per la salute

La salute dei bambini è messa a dura prova anche dallo smog, in molte città oltre i limiti consentiti per legge. I pediatri propongono le domeniche a piedi

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 26 gennaio 2011

Bambini, lo smog aumenta i rischi per la salute

I bambini sono molto delicati e li obblighiamo a vivere in città inquinate, con poco verde, mettendo a dura prova la loro salute. Ecco perché i pediatri hanno lanciato una appello importante, per incentivare le domeniche a piedi, come mezzo per ripulire le città. Ora non so se sia sufficiente lasciare a casa la macchina ogni tanto la domenica, ma di sicuro è un modo per proporre uno stile di vita alternativo, più salutare e a misura d’uomo, fondamentale per la crescita dei piccoli di casa. Che ne dite? Avete notato, sempre che viviate nelle grandi città, come è pesante l’aria?

“Creare un ambiente sempre più a misura di bimbo”. È questo l’obiettivo di Giuseppe Mele, presidente della Federazione italiana medici pediatri (Fimp), a Milano dopo 12 giorni consecutivi di polveri sottili a concentrazioni ‘fuorilegge’.

“Complice anche il freddo di questi giorni, quindi la scarsa circolazione dell’aria, lo smog aggrava le infezioni respiratorie nei bimbi”, spiega l’esperto nella sede del Consiglio regionale lombardo. Gli inquinanti fisici e chimici, infatti, sono ritenuti responsabili di patologie respiratorie, spesso anche come causa indiretta.

Forse tanti attacchi d’asma e reazioni allergiche potrebbero essere tenute sotto controllo con una maggiore attenzione e una politica che sia volta a tutelare la salute dei cittadini e non alle solite proposte da campagna elettorale. Tenete conto, fa notare l’esperto, che anche l’aria nelle scuole non è ben pulita, perché le case moderne case coibentate sono poco aerate e spesso i riscaldamenti vengono tenuti troppo alti.