Bambini: le somiglianze con i genitori

da , il

    Succede già dalla prima ora di vita di un neonato: parenti e amici si lanciano in avventurosi commenti su quanto il piccolo, ancora stremato dopo il parto, sia identico alla mamma, abbia gli occhi di papà o le orecchie del nonno…

    Siate sincere: sentirsi dire “è tutta sua madre” vi riempie di orgoglio. Una piccola voi in tutto e per tutto che vi rende le mamme più felici e soddisfatte del pianeta.

    Sempre in tema di somigliane è da poco stata condotta una ricerca che definirei molto originale: pare infatti che i padri dedichino più tempo e attenzione ai figli che come aspetto e carattere gli somigliano. Possibile?

    La ricerca, condotta da un gruppo di esperti guidati da Alexandra Alvergne, ricercatrice ed esperta di Antropologia biologica presso l’Istituto di Scienze Evolutive dell`Università di Montpellier (Francia), è stato condotto sia in Africa, in Senegal, che in Francia.

    Sono inizialmente state prese in esame 30 famiglie di una tribù del Senegal; individuati poi 100 volontari, tra uomini e donne, con il compito di indovinare grazie alle foto e con un test di tipo olfattivo la giusta coppia padre-figlio scegliendo tra oltre 60 bambini e solo tre papà.

    Vi chiederete ora cosa ne è risultato? Gli uomini, rispetto alle donne, hanno saputo indovinare più somiglianze tra padre e figlio. Secondo gli scienziati questo dimostrerebbe che gli uomini hanno un’innata capacità di riconoscimento e tutto questo potrebbe incidere anche nel rapporto con i loro figli.

    E la preferenza di un figlio rispetto ad un altro sarebbe determinata solo dalla somiglianza fisica e olfattiva. Questo studio quindi sembrerebbe confermare le preferenze che alcuni padri hanno nei confronti dei figli.

    Voi cosa ne pensate?