Bambini, la casa può essere un luogo pericoloso

da , il

    Bambini, la casa può essere un luogo pericoloso

    I bambini sono le principali vittime di incidenti domestici. Può sembrare assurdo: ci preoccupiamo molto di quello che può accadere fuori, ma sembra essere proprio la casa il posto meno sicuro. In effetti sono tante le cose che possono mettere in pericolo i bambini: un fornello acceso, la confezione di medicinali, il detersivo a portata di mano, la presa elettrica poi ha un fascino incredibile. Ma vogliamo parlare degli angoli vivi? Purtroppo non si può neanche pensare di rendere la casa, una fortezza. Eliminare i principali pericoli sì, dopo c’è solo da stare molto attenti. Vediamo cosa dicono gli esperti.

    Secondo i pediatri e gli esperti, ben il 60% degli incidenti domestici potrebbero essere evitati se si prendessero determinate misure preventive o se si ponesse più attenzione a ciò che si fa o a ciò che può essere a portata di mano (e di bocca) del bambino. Purtroppo il primo avvertimento è semplice, al limite del banale: guardare i proprio figli.

    Ci sono comunque delle precauzioni da prendere: i tappetini antiscivolo sia in casa che in bagno (anche nella vasca), coprire i rubinetti in bagno e i punti elettrici. Non lasciare mai nella vasca da bagno il bambino da solo, potrebbe annegare. Mettere i detersivi e i farmaci in alto, dove lui non arriva, e salvare gli angoli con appositi para-spigoli.

    Un’altra regola è quella di non lasciare il bambino da solo sul fasciatoio e il lettino fornirlo di barriere anti caduta. Non lasciate in giro buste di plastica e oggetti taglienti. Sono piccolezze, ma a volte è meglio ricordarle.