Bambini, l’orto si studia a scuola

Nelle scuole della provincia milanese da settembre ci sarà una nuova materia: educazione alimentare. Per imparare a conoscere l'ambiente e i valori di una dieta sana e rispettosa

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 29 luglio 2010

Bambini, l’orto si studia a scuola

È una bella iniziativa e ci sono state diversi anteprime nel corso dell’anno, ora però c’è stata la conferma. L’orto debutta fra i banchi di scuola. Negli istituti di Milano e provincia, dal prossimo anno scolastico (2010-2011) si studierà anche l’educazione alimentare. È un modo per avvicinare i piccoli di casa alla cultura del cibo. Purtroppo vivere nelle grandi città ha pro e anche tanti contro, uno di questi è non avere la percezione della natura e di cosa ci offre. Il programma non prevede solo libri e lavagna, ma anche lezioni interattive e pratiche, declinate a seconda dell’età degli allievi. Ci anticipo qualche dettaglio in più.
L’educazione alimentare diventa materia scolastica fino alle superiori. I più piccoli potranno usare i 5 sensi per scoprire, insieme all’esperto, consistenza, colore, gusto e forma di prodotti agricoli come verdure, cereali, riso, farina e latte.

I ragazzi più grandi potranno invece ripercorrere la filiera dei prodotti come latte, cereali e ortofrutta. Sono previste anche lezioni interattive in cui i giovani studenti si cimenteranno nella preparazione del pane – impasto, lievitazione e cottura – sotto l’occhio vigile del fornaio. Ci saranno poi delle lezioni anche sul consumo di alcol e sui danni che comporta.

Sarà una bella esperienza per i ragazzi che non penseranno più che il pollo ha quattro gambe, solo perché vedono al supermercato la vaschetta di cosce.