Bambini iperattivi: iniziative per capire l’Adhd

da , il

    Bambini iperattivi: iniziative per capire l’Adhd

    Colpisce in Italia circa il 3-4 % dei bambini, ovvero 270 /360 mila piccoli cuccioli. Stiamo parlando del Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività,conosciuta anche come come Adhd (Attention Deficit Hyperactivity Disorder). Se ne sente parlare spesso e si comincia anche a controllare il linguaggio, non definendo più un bambino particolarmente vivace come iperattivo. Questo termine da qualche tempo spaventa un po’, ma andrebbe compreso meglio. Da qui l’iniziativa della Settimana europea della consapevolezza dell’Adhd, che è in corso in questi giorni.

    Occorre infatti capire di cosa si tratta, come si fa una diagnosi, quando è possibile effettuare una terapia e quale. Si tratta di un disturbo psichiatrico, molto complesso, che arriva a compromettere in maniera decisiva la vita sociale e scolastica dei bambini.

    L’iniziativa vede nelle piazze italiane, volontari e neuropsichiatri infantili intenti a spiegare, a diffondere opuscoli e a rispondere a domande sul disturbo di iperattività. Numerose sono le iniziative di sensibilizzazione che l’”Adhd Europe”, ha organizzato in ben 20 paesi dell’Unione Europea.

    In Italia gli eventi sono promossi dalla Aifa Onlus, l’Associazione Italiana Famiglie Adhd. Nei giorni scorsi e fino ad oggi, le iniziative hanno riguardato la città di Roma, ma si sposteranno per il 25 e 26 settembre a Milano.

    “Questa iniziativa – spiega Patrizia Stacconi presidente dell’associazione italiana – e’ una grande opportunità non solo per favorire la conoscenza del disturbo, di origine neurobiologica, ma anche e soprattutto dei suoi risvolti nell’ambito della vita familiare, scolastica e sociale”. Maggiori informazioni nel sito della Onlus.