Bambini: Internet può diventare una malattia

Usare il pc prima dei 9 anni è pericoloso e tanti ragazzi tra i 14 e i 18 anni manifestano una preoccupante dipendenza dalla Rete che dimostra disturbi del comportamento

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 16 giugno 2010

I bambini affascinati da internet non sono una novità. La Rete è una droga che ha conquistato tutti e di certo i cuccioli di casa non possono essere da meno. Il problema però è la dipendenza. Sappiamo bene che l’uso smisurato del pc porta grossi problemi psichici e una recente ricerca senese, effettuata dalla Psichiatria Universitaria del policlinico Santa Maria alle Scotte, sostiene che il problema si stia diffondendo soprattutto tra i giovanissimi. L’età più colpita è quella del liceo, ma ci sono bimbi anche più piccoli.
Su 402 ragazzi tra i 14 o 18 anni, 20 presentavo le caratteristiche della dipendenza. Ma quali sono? Subentra una chiusura del ragazzo per la necessità di connettersi al mondo virtuale e interagire relazioni online e non nella vita vera. I primi disagi sono in famiglia. Perdono sonno, hanno segni evidenti di stanchezza che si ripercuote sul rendimento scolastico, alterazioni dell’umore.

“Vogliamo attivare a Siena – sottolinea Fagiolini – veri e propri percorsi di disintossicazione nei quali si riorganizzi la giornata tipo dell’internet-addicted. Uno dei pilastri del nostro intervento sarà un percorso psicoterapico ma il programma prevederà anche una serie di altre attività aggiuntive che mirino a tenere queste persone lontano dal computer per periodi sempre più lunghi”.

Ci sono piccoli che utilizzano il pc prima dei 9 anni. Non va bene, può essere pericoloso. Lo sostengono gli psicologi della Royal Society of Medicine che sottolineano che i bambini hanno bisogno di esplorare prima il mondo reale, poi quello virtuale, quindi di afferrare, toccare, assaggiare e non interagire con mouse e desk.

Foto tratte da

giocattoleria.it
infanzia.com
bambini.info
blogmamma.it
oliviamunn.com