Bambini ingestibili: dall’Inghilterra arrivano i family-coach

Pubblicato da Francesca Bottini Lunedì 21 giugno 2010

Bambini ingestibili: dall’Inghilterra arrivano i family-coach

Se i vostri bambini sono decisamente vivaci e rischiano di farvi venire un esaurimento nervoso, consolatevi: sono infatti tantissime le mamme che hanno a che fare con bambini che definire vivaci sarebbe un complimento. Pensate che in Inghilterra impazzano i family-coach, ovvero gli esperti nelle dinamiche famigliari con analisi e consigli che permettono ai genitori di ritagliarsi degli spazi per loro stessi. Certo, non è facile gestire uno, o magari due o tre bambini: per un assaggio di quello a cui potete andare in contro vi basterò guardare il programma “SOS Tata” in cui si raccontano storie vere di bambini decisamente ingestibili. Non voglio spaventare nessuno ma penso che quando di decide di mettere al mondo dei bambini si debba anche essere prepararti alla possibili conseguenze.

Tra spesa, pannolini, compiti e urla pensate di perdere il controllo? Prima di tutto fate un bel respiro e ascoltate i nostri consigli.
Prima di tutto ricordate che i genitori perfetti non esistono. Non aspettate ad allontanare da voi quelle persone, o presunte amiche, che non perdono occasione di tirarvi frecciatine o di criticare il vostro modo di gestire la famiglia e i figli! Purtroppo sono molto più frequenti di quello che si pensa….

Imparate a dare delle regole e dei limiti ai vostri bambini: la cosa fondamentale è però che, anche se semplici e di poco conto, queste regole vengano rispettate a pieno. Niente sgarri o concessioni: i bambini imparano presto il modo per “fregare” i genitori.
Non dite addio alla vostra vita di coppia: ritagliatevi degli spazi anche per voi e vostro marito, ricordando sempre che oltre che mamma siete anche moglie e compagna.

Concedetevi del tempo per voi: aperitivo con le amiche, parrucchiere o shopping…e non curatevi del fatto che vostra madre consideri sciocchezze i vostri rituali per sentirvi meglio.

Fotografia tratta da
media.donnamoderna.com