Bambini, il 54% non segue una dieta bilanciata

da , il

    Bambini, il 54% non segue una dieta bilanciata

    I bambini e la dieta sono due elementi che non vanno molto d’accordo: non c’è nulla da fare, ma i piccoli di casa sono golosi e difficilmente cedono davanti a qualche piatto prelibato. Lo sostiene un’indagine sulla Condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza in Italia messa a punto da Eurispes e Telefono Azzurro. Quello che emerge è che i bambini non hanno una dieta equilibrata: il 54% non segue un regime alimentare bilanciato, con un 15% alla dieta forzata perché in sovrappeso. Il 7,9% dichiara di seguire una dieta particolare per motivi legati all’auto-percezione, in quanto si considera troppo grasso.

    Sempre più diffuse, inoltre, le allergie o le intolleranze alimentari che obbligano, invece, a diete particolari quattro bambini su cento tra quelli intervistati. Il 40% non crediate sia un tasso esagerato, purtroppo è un disturbo molto diffuso.

    I bambini di oggi consumano con frequenza elevata cibi poco sani quali snack, merendine o dolciumi. I dolci sono un alimento presente una o due volte la settimana nella dieta alimentare dei bambini intervistati nel 33,3% dei casi. È ovvio che ciò non vuol dire che non ci sia anche l’apporto di carne, frutta, verdura, pesce e latticini.

    Gli snack e le merendine rappresentano un alimento pienamente integrato nelle abitudini alimentari dei bambini italiani: il 28,7% dei bambini le mangia, infatti, una o due volte a settimana, il 27,5% spesso, il 21% tutti i giorni, mentre il 15,4% non ne consuma mai. Speriamo che il progetto Frutta nelle scuole sia utile a sostituire questi spunti con qualcosa di più sano.