Bambini Down: oscurato il vergognoso gruppo su Facebook

da , il

    Bambini Down: oscurato il vergognoso gruppo su Facebook

    Quando qualche giorno fa ho letto la notizia sono rimasta senza parole. Non avevo idea che la stupidità umana potesse arrivare a tanto, eppure…”Giochiamo al tiro al bersaglio con i bambini down” è il nome di un gruppo apparso su Facebook che aveva anche oltre 1200 sostenitori. Una cosa vergognosa che fortunatamente molti utenti hanno denunciato fino alla chiusura definitiva del gruppo. Evito di riportarvi i commenti che apparivano nel gruppo su come “eliminare il problema”.

    E contro questo scandaloso gruppo ne sono nati tantissimi di sostegni ai bambini e che sottolineano come “I bambini down sono persone normali come tutte le altre, sono speciali, è incredibile quanto siano bastarde le persone che creano questi gruppi”.

    Sul caso è intervenuta anche il ministro per le Pari opportunità, Mara Carfagna, che ha parlato “atto indegno di persone civili, inaccettabile e pericoloso” e ha assicurato che la questione non si fermerà alla chiusura del gruppo ma che i responsabili saranno perseguiti.

    “E’ aberrante. Noi associazioni tanto facciamo per l’integrazione ma è inutile se poi abbiamo a che fare con persone che istigano alla violenza. Si deve intervenire, eventualmente anche a livello legale se ci sono gli estremi”, sottolinea poi Letizia Pini, presidente dell’Associazione genitori e persone con sindrome di down onlus.

    Anche i vip si sono subito mobilitati. Come Eugenio Finardi, che è padre di una ragazza down di 26 anni: “Mi fanno veramente pena: hanno più problemi loro che mia figlia devono sentirsi delle nullità per prendersela con i più deboli dei deboli”.

    E non aggiungiamo altro.