Apprendimento, la tv sotto i 3 anni è una cattiva maestra

Per i bambini di età inferiore ai 3 anni, la tv è una "cattiva maestra". È quanto emerge dallo studio pubblicato su Child Development dai ricercatori della Temple University di Philadelphia, negli Usa

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 30 settembre 2009

La televisione è un mezzo che fa sempre molto discutere esperti e genitori. Secondo un recente studio americano guardare la tv sotto i tre anni non aiuta a imparare parole nuove, se non dietro la spiegazione di un adulto.
Questo è il risultato della ricerca pubblicata su Child Development dai ricercatori della Temple University di Philadelphia, negli Usa. Sono stati presi in esame un gruppo di bimbi di età compresa tra i 30 e i 42 mesi, ai quali sono stati mostrati dei video in cui le azioni compiute dai protagonisti erano associate al nome del verbo corrispondente.

Nella prima fase i bimbi osservavano i programmi educativi da soli, mentre nella seconda in compagnia di un adulto che dimostrava l`azione che sarebbe apparsa più tardi sullo schermo. Risultato? Alla fine del video è stato misurato il livello di apprendimento. I bimbi con meno di 3 anni non sono riusciti a imparare nulla.

“Imparare il significato dei verbi non è semplice – spiega Kathy Hirsh-Pasek, docente di psicologia alla Temple University a Salute24- e i bambini piccoli necessitano del supporto dei genitori per apprenderli dalla televisione. Guardarla da soli non risulta `educativo` come farlo in compagnia dei adulti”.

Foto tratte da
kidzone.blogosfere.it
cinetivu.com