Appendicite bambini, sintomi e primo intervento

Tra le cause del dolore addominale nel bambino c'è anche l'appendicite acuta, una patologia da non trascurare perchè può degenerare in peritonite con rischio per la vita del bimbo.

Pubblicato da Paola Perria Lunedì 11 ottobre 2010

Appendicite bambini, sintomi e primo intervento

Che un bambino si lamenti per il mal di pancia non è per nulla una cosa strana, nè rara. Vi sarà capitato chissà quante volte di soccorrere vostro figlio in preda a crampi, vomito, e dolori addominali diffusi. Le cause possono essere tante, dalla comunissima indigestione – la gola porta il piccolo a rimpinzarsi oltre le capacità del suo pancino, soprattutto in occasioni di feste, compleanni ecc. – alla congestione, dalle intolleranze alimentari all’influenza. Insomma, tante sono le variabili da considerare, e poichè la sintomatologia è, spesso, simile per tutti questi disturbi, un genitore può confondersi e non riconoscere, magari, un problema più importante come l’appendicite.

Intanto, due parole per spiegare di che si tratta. Come indica il suffisso -ite, siamo in presenza di una infiammazione dell’appendice, che altro non è che una piccola protuberanza simile ad una sacchetta, che si trova tra l’intestino cieco e l’ileo. Ebbene, per una serie di motivi non del tutto chiari – un’ostruzione fecale potrebbe essere la causa più probabile – questa porzione di intestino può andare incontro a infezione, con conseguente tumefazione della parte, dovuta a raccolta di pus, che, se non riconosciuta e curata subito, può estendesi a tutta la zona addominale.

L’esito più drammatico di questa patologia insidiosa è la perforazione del cavo peritoneale e degenerazione in peritonite, che richiede ricovero e intervento chirurgico immediato, con pericolo per la vita del paziente. Ma, naturalmente, non è il caso che le mamme e i papà si angoscino più di tanto, prima di giungere ad un precipitare di eventi simile ci sono tutta una serie di campanelli d’allarme che permettono di intervenire senza grossi problemi, per curare il pancino infiammato del bimbo.

Sintomi: dolore addominale tipico, parte dalla zona ombelicale per poi spostarsi versi il quadrante inferiore destro della pancia. Si tratta di una sofferenza che aumenta con il passare delle ore e che si acutizza con il movimento e con la palpazione della parte interessate. Febbre: tra i 37 e i 38 gradi, è un sintomo sempre presente nei casi di appendicite, quindi può costituire un importante fattore da controllare subito. Assenza di appetito e vomito: anche in questo caso, sintomo tipico.

Se osservate un quadro di questo tipo, probabilmente siete davanti ad una appendicite acuta, perciò, verosimilmente, da trattare chirurgicamente con l’asportazione della parte infiammate. Non vi allarmate! Si tratta di un’operazione di routine, che si sbriga in poco tempo e richiede una degenza di qualche giorno. Il vostro bimbo sarà subito bene. Infine, l’appendicite è una patologia che colpisce soprattutto bambini non piccolissimi, diciamo che la maggiore incidenza si ha nell’età scolare.