Anche l’impenitente scapolone Hugh Grant è diventato papà, di una bambina!

A 51 anni anche Hugh Grant, bravo e affascinante attore inglese, è diventato papà! Di una bambina, precisamente, nata dalla breve relazione con una ragazza cinese. Auguri!

Pubblicato da Paola Perria Giovedì 3 novembre 2011

Anche l’impenitente scapolone Hugh Grant è diventato papà, di una bambina!

A 51 anni ce l’ha fatta a anche lui, lo scapolo d’oro Hugh Grant è papà di una bambina che ha appena compiuto 5 settimane! Non esattamente una paternità programmata, cercata, frutto di un grande amore, ma alla fine non importa da dove vengono i bambini, una volta che arrivano nella vita di un genitore, tutto cambia per sempre. E in meglio, almeno noi così auguriamo al neo papà e alla sua pargoletta. Ma spulciamo un po’ meglio questa lieta notizia di gossip. Come forse saprete, dopo una lunghissima relazione con la bellissima Elizabeth Hurley, e qualche “incidente” a luci rosse, il bravo interprete di Notting Hill e Quattro matrimoni e un funerale, dall’indiscutibile fascino british, non aveva più avuto storie davvero importanti.

Così, non ci stupisce venire a sapere (grazie ai soliti tabloid come rumor, ma ora confermata ufficialmente dal portavoce dell’attore) che la piccola è nata da una “relazione fugace” con una donna di cui non viene menzionata l’identità. Il comunicato ufficiale recita che “Grant è il padre felice di una bimba. Con la madre c’è stata una relazione fuggevole e la gravidanza non era in programma.

Tutto è stato discusso con la madre: sia lui che lei sono in rapporti molto amichevoli”. Una nota stringata che, però, possiamo “rimpolpare” grazie alle indiscrezioni del Daily Mail, che indica in Tinglan Hong, ex fiamma di 19 anni più giovane di lui (la storia d’amore sarebbe durata il tempo di mettere in cantiere questa bimba) mollata proprio alla notizia della gravidanza.

Insomma, com’è, come non è, la ragazza, di origine cinese, avrebbe partorito in una clinica londinese con taglio cesareo, e Hugh l’avrebbe raggiunta in seguito (solo mezz’ora) per vedere la figlia appena nata e poi volare in Scozia per giocare a golf.

Indubbiamente, non si intravede grande entusiasmo per questa bimba nel neo papà, ma confidiamo che il suo atteggiamento cambierà, per il bene della piccola, di cui non è stato rivelato il nome. Che possiamo dire, auguri Hugh, cerca di superare le tue resistenze e accetta la sfida della paternità, per non pentirti amaramente in seguito, quando sarà troppo tardi per recuperare il rapporto. Coraggio!