Allattamento: quello naturale diminuisce i problemi mentali nell’adolescenza

Quando si parla di allattamento naturale o artificiale si aprono sempre molti dibattiti. Chi sostiene che l’unico modo sia quello al seno e chi invece sottolinea come anche i piccoli allattati artificialmente non vadano incontro a nessun pericolo particolare.

Pubblicato da Francesca Bottini Giovedì 14 gennaio 2010

Allattamento: quello naturale diminuisce i problemi mentali nell’adolescenza

Quando si parla di allattamento naturale o artificiale si aprono sempre molti dibattiti. Chi sostiene che l’unico modo sia quello al seno e chi invece sottolinea come anche i piccoli allattati artificialmente non vadano incontro a nessun pericolo particolare. C’è un nuovo studio che dimostrerebbe anche come, i bambini che vengono allattati per più dei loro primi 6 mesi di vita, sarebbero più protetti rispetto alla possibilità di sviluppare problemi mentali durante l’adolescenza. Lo studio è stato condotto presso il Telethon Institute for Child Health Research di Perth e pubblicato sulla rivista Journal of Pediatrics.

2366 bambini sono stati seguiti in vari momento della loro vita: sono anche stati sottoposti all’età di 2,5,8,10 e 14 anni a controlli per verificare lo stato della loro salute mentale.

L’11% dei piccoli non è mai stato allattato al seno, il 38% lo è stato ma per meno di 6 mesi e il 51% è stato allattato per più di 6 mesi.

Ed ecco i risultati: le donne che hanno allattato al seno per meno di 6 mesi erano tendenzialmente più giovani, con un minore grado di istruzione e più predisposte a soffrire d’ansia e di depressione post parto rispetto alle altre.

Ma non solo: i bambini allattati al seno per meno di 6 mesi sarebbero più aggressivi e svilupperebbero maggiori problemi comportamentali rispetto ai coetanei allattati al seno.