Allattamento, la campagna per difendere il diritto di farlo in pubblico

è stato fatto un sondaggio da cui è emerso che le madri italiane sono più sicure del loro diritto di allattare al seno in luoghi pubblici (100%), mentre solo il 78% delle madri straniere ha allattato in pubblico. La stragrande maggioranza del campione, ha evidenziato reazioni di sottile disapprovazione lette negli sguardi della gente (68% italiane e 87% straniere).

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 27 novembre 2009

È partita l’iniziativa dell’associazione Salvamamme, durante la “Giornata mondiale per l’infanzia”, per difendere il diritto delle mamme di allattare anche nei luoghi pubblici. Non c’è nulla di volgare, è un gesto naturale. Settimana scorsa, per dimostrare questa missione, è stato promosso un inedito tour di mamme mentre allattano nei luoghi simbolo di Roma.
A questo proposito è stato fatto un sondaggio da cui è emerso che le madri italiane sono più sicure del loro diritto di allattare al seno in luoghi pubblici (100%), mentre solo il 78% delle madri straniere ha allattato in pubblico. La stragrande maggioranza del campione, ha evidenziato reazioni di sottile disapprovazione lette negli sguardi della gente (68% italiane e 87% straniere).

In alcuni casi si sono verificati anche episodi negativi e attacchi personali e una discreta percentuale delle donne straniere (30%) ha sviluppato reazioni di imbarazzo e di autocensura.

Ovviamente sono state rilevate anche reazioni positive e di normalità (30%) nei confronti dell’allattamento al seno che ha permesso alle mamme di sentirsi parte integrante di un contesto sociale non oppositivo.

Intanto il II Municipio sarà il primo Municipio d’Italia che nella propria sede prevederà uno spazio per i giochi dei bimbi e uno per le mamme, con fasciatoi, scalda biberon e area per l’allattamento. Un progetto importante che si affianca a quello delle mamme in farmacia.
Foto tratte da pianetamamma.it