Allattamento al seno rende le mamme più empatiche con il bebè

Una ricerca americana, studiando il cervello delle neo mamme, ha rilevato l’attivazione di aree legate all’accudimento e all’empatia, nelle madri che allattavano al seno il bebè.

Pubblicato da Paola Perria Venerdì 22 aprile 2011

Allattamento al seno rende le mamme più empatiche con il bebè

Quante volte abbiamo parlato dei benefici dell’allattamento al seno? Ormai è appurato, anche dal punto di vista strettamente scientifico: attaccare al proprio seno il bebè per nutrirlo, è il gesto che più di tutti simbolizza il rapporto simbiotico tra mamma e figlio. Ma non è solo un modo che la natura ha meravigliosamente escogitato per rendere autosufficienti, almeno per i primi mesi di vita del neonato, la madre e il suo bambino, ma anche un sistema efficacissimo per creare un legame psico-fisico di totale empatia. Del resto, non poteva che essere così.

Genitrice e creatura, infatti si plasmano l’una sull’altra proprio grazie al meccanismo dell’allattamento, e, a quanto pare dagli ultimi studi, il rapporto empatico privilegiato e specialissimo che la mamma stabilisce con il suo bebè non si creerebbe senza le poppate. In pratica, che accade durante questi momenti? Che nel cervello materno si attivano aree neurali relative proprio all’accudimento e all’empatia, che non si “accendono” se la mamma non può allattare al seno.

Questo, naturalmente, non deve demoralizzare tutte quelle madri che, magari per cause organiche, si vedono costrette a ricorrere al latte artificiale, perché il legame che costruiranno con il loro bambino sarà comunque splendido. Ma lo studio è molto interessante. Condotto dal National Institute of National Health americano, e pubblicato sulla rivista Journal of Child Psychology and Psychiatry, si è avvalso del coinvolgimento di 17 neomamme, di cui ha esaminato l’attività cerebrale durante l’allattamento.

In realtà, già studi precedenti avevano evidenziato come il cervello delle neo mamme “cresca”, proprio per via dell’attivazione di aree che hanno a che vedere con la maternità e che rimangono acquiescenti se questa esperienza non viene mai fatta. Insomma, ce lo stanno dicendo in tutte le lingue: bisogna allattare al seno il proprio bimbo, per la salute e il benessere di mamma e figlio, ma anche per creare quel legame indissolubile che non si spezzerà mai.