Alimentazione, le tappe dello svezzamento

da , il

    La prima pappa è un traguardo. E’ un passaggio che segna una crescita e le mamme devono stare attente, perché passare da un’alimentazione a base di latte a una dieta equilibrata (o almeno molto più ricca) comporta cambiamenti e talvolta qualche problemino.

    Non viviamo lo svezzamento come un distacco dalla mamma, saremmo proprio delle stupide gelosone. Certo il bimbo deve affrontarlo come qualcosa di naturale e non precipitoso, per alcuni è un passaggio indolore, quasi spontaneo. Vediamo allora le tappe dell’alimentazione.

    - Dai 4 ai 6 mesi: possiamo introdurre le prime pappe, qualche omogeneizzato, patate, zucchine, carote, bollite e poi schiacciate. E’ un modo per avvicinarlo ai sapori e ai cibi non liquidi.

    - Dai 6 ai 7 mesi: in questa fase inizia il vero periodo di svezzamento. Introduciamo la carne. Mi raccomando continuiamo a passare e frullare ogni cosa. Sarà più facile per il bambino ingerirla e avere meno problemi di digestione.

    - Dopo gli 8 mesi: il bimbo è pronto per mangiare un po’ di tutto. Il cibo deve essere sempre spezzettato.

    Alcuni alimenti (dalle uova ai crostacei) per evitare allergie, intolleranze devono essere introdotti con cautela. E’ proprio nel primo anno di vita che compaiono problemi alimentari, soprattutto se ha genitori allergici. Durante lo svezzamento è meglio fare dei controlli pediatrici, tanto per stare tranquilli e seguire con più attenzione la normale crescita.