Alimentazione gravidanza: troppe noccioline fanno male al bebè

Secondo una ricerca americana, le mamme che mangiano arachidi tutti i giorni durante la gravidanza predispongono i loro bimbi a sviluppare allergie, asma e intolleranze alimentari.

Pubblicato da Paola Perria Sabato 6 novembre 2010

Alimentazione gravidanza: troppe noccioline fanno male al bebè

Curare l’alimentazione durante la gravidanza è molto importante per la salute di mamma e bebè, perchè tutto ciò che viene ingerito dalla madre, passa al feto attraverso il sangue. Ecco perchè non ci stanchiamo mai di battere su questo tasto, sottolineando come sia essenziale che la donna incinta, fin dalle prime settimane di gestazione, stia un pochino più attenta alla scelta dei cibi da inserire nella propria dieta. Comprendiamo anche che non sia sempre facile districarsi tra le varie informazioni sul comportamento alimentare più corretto a cui attenersi durante la dolce attesa, dato che arrivano notizie contraddittorie tutti i giorni.

Il consiglio che rimane sempre valido, è quello di affidarsi serenamente alle indicazioni del proprio medico, tutte le altre news, potete prenderle o meno in considerazione, ma sempre tenendo presente che, il linea di massima, la nostra dieta mediterranea è quella da preferire anche in gravidanza. Oggi vi segnalo una ricerca americana che, stavolta, se la prende con le noccioline. Sì, proprio le deliziose arachidi che tanto ci piacciono, soprattutto abbinate ad un buon aperitivo (analcolico, mi raccomando!).

Ebbene, assumerne grandi quantità durante l’attesa, potrebbe nuocere al bebè, predisponendolo a sviluppare forme allergiche anche gravi come l’asma. Questo allarme è stato lanciato dai ricercatori del Mount Sinai School Hospital di New York, i quali hanno riscontrato una incidenza superiore alla norma di allergie e intolleranze alimentari (soprattutto a latte e uova) su bimbi le cui madri avevano mangiato tante arachidi mentre li aspettavano. Lo studio è stato coordinato dal dott. Scott Sicherer e pubblicato sulla rivista Journal of Allergy and clinical Immunology.

Per confermare la propria tesi, il team di medici si è avvalso del rinforzo proveniente da una precedente ricerca olandese del 2008, che aveva dimostrato come le mamme che sgranocchiavano noccioline tutti i giorni esponevano le proprie creature al rischio di sviluppare l’asma del 50% superiore al normale. Non è chiaro a cosa si riferiscano i ricercatori parlando di “grandi quantità”, penso però che si intenda una buona dose quotidiana, anche perchè sappiamo bene che le arachidi sono come le ciliegie: una tira l’altra! Attenzione alle noccioline, dunque, future mamme.