Alimentazione gravidanza: durante il travaglio si può mangiare e bere

Per lungo tempo si è protratta l'idea che fosse pericoloso mangiare e bere durante il travaglio; Il timore da cui nasce questo comportamento medico é che insorgano complicazioni durante il parto e la donna debba andare incontro ad anestesia totale, per cui avere lo stomaco pieno può essere pericoloso.

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 25 gennaio 2010

Alimentazione gravidanza: durante il travaglio si può mangiare e bere

Il parto per alcune donne è questione di poco tempo, mentre per altre può durare ore. Soprattutto la fase del travaglio. In questo periodo le donne non vengono alimentate, ma ora i medici hanno deciso che è possibile mangiare e bere, sempre che non ci siano complicazioni o si debba intervenire con un’anestesia totale. A sostenerlo è uno studio realizzato dal del gruppo Cochrane condotto da Mandisa Singata, dell’East London Hospital Complex in Sudafrica. Mi dà l’idea che questa nuova teoria renda la fase del travaglio meno complessa. Dubito però che tra una contrazione e l’altra le signore abbiano voglia di uno spuntino.
Per lungo tempo si è protratta l’idea che fosse pericoloso mangiare e bere durante il travaglio; Il timore da cui nasce questo comportamento medico é che insorgano complicazioni durante il parto e la donna debba andare incontro ad anestesia totale, per cui avere lo stomaco pieno può essere pericoloso.

L’astinenza da cibo e acqua può essere stressante per la partoriente; in più già un precedente studio pubblicato sul British Medical Journal faceva notare che anche i cesarei sono ormai praticati in anestesia locale, e quindi anche in questo caso il pericolo da ‘stomaco pieno’ sarebbe remoto. Per questi casi mangiare e bere é risultata una pratica del tutto indifferente, senza né rischi né benefici, per l’esito del parto.