Alimentazione dei bambini, quali alimenti escludere dalla dieta?

da , il

    Alimentazione dei bambini, quali alimenti escludere dalla dieta?

    L’alimentazione del bambino deve essere curata in ogni dettaglio. Prima cosa è molto importante seguire le indicazioni del pediatra in fase di svezzamento, per evitare eventuali allergie o intolleranze, poi è bene che il piccolo abbia una dieta bilanciata e varia. Per quale motivo? Per non creare carenze nutrizionali e poi per tenere alla larga il rischio di obesità. Ci sono quindi degli alimenti che vanno tenuti lontani. Usare il termine eliminare, forse è troppo e dipende dai casi, ma sicuramente consumati davvero con il contagocce. No, quindi allo zucchero.

    Un eccessivo consumo di zucchero aumenta il rischio di obesità, ma anche di diabete e carie. Dove si trova? Ovunque, quindi fate in modo che il bimbo non beva bibite gassate e prodotti preconfezionati. Ricordate che vanno contenuti anche gli yogurt da bere, meglio quelli classici e naturali, e i succhi di frutta.

    I bambini devono imparare a mangiare un po’ di tutto e questo significa anche limitare il consumo di proteine animali a favore di quelle vegetali. Gli insaccati non possono essere alla base di tutti i pasti, ricordiamo che contengono sale in eccesso. Sì, invece, a tanto pesce, soprattutto quello azzurro ricco di omega 3, ai cereali, alla frutta, alla verdura, alla pasta e al riso.

    Fate molta attenzione alle etichette: gli ingredienti sono messi in ordine per quantità decrescente. Se il prodotto contiene lo sciroppo di glucosio-fruttosio non compratelo. I fritti andrebbero evitati, ma ogni tanto si possono anche mangiare: usate l’olio extravergine per friggere e come farina, per la pastella, non usate quella troppo raffinata, come la 00, ma preferite la 1.