Adozione: l’atto d’amore più grande

Come sappiamo, soprattutto in Italia non è facile riuscire ad adottare un bambino, tanto più se si tratta di adozioni internazionali.

Pubblicato da Francesca Bottini Giovedì 21 maggio 2009

Come sappiamo, soprattutto in Italia non è facile riuscire ad adottare un bambino, tanto più se si tratta di adozioni internazionali.

Gli iter burocratici sono lunghissimi e lo stress a cui sono sottoposti i futuri genitori talmente grande che dopoa anni portano molte coppie a rinunciare.

Psicologicamente è un passo importantissimo e lo si deve affrontare con l’aiuto di esperti. Bisogna essere mentalmente pronti ad accogliere un bambino che, nella maggior parte dei casi, proviene da situazioni di profondo disagio, povertà e sofferenza.

La coppia così deve essere unita e condividere al 100 % questa scelta: il bambino sarà con voi per sempre e diventerà vostro figlio a tutti gli effetti.

Esistono moltissimi centri di supporto a genitori che vogliono adottare che aiutano sia nella parte burocratica ma soprattutto in quella psicologica, scavando nelle motivazioni di base di questa scelta.

In questo difficile percorso i genitori saranno spesso messi in discussione, verrà esaminato ogni minimo dettaglio della loro vita, sociale e intima.

E’ uno stress molto forte al qualche tante coppie non reggono e decidono di abbandonare.