Aborto, una gravidanza su 5 viene interrotta (nel mondo)

Il 20 percento delle gravidanze viene interrotta con un aborto: questo è il dato medio mondiale che arriva al 95 percento se si considerano solo gli aborti rischiosi effettuati in Africa.

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 19 gennaio 2012

Aborto, una gravidanza su 5 viene interrotta (nel mondo)

L’aborto in Italia è sempre meno praticato, ma nel resto del Mondo continua essere una tecnica molto utilizzata per interrompere la gravidanza. Il 20 percento delle gestazioni non viene portato a termine e solo nel 2008 ci sono state 43,8 milioni di interruzioni di gravidanza, il 49% delle quali clandestine e non sicure per le mamme. I numeri, diffusi dall’Organizzazione mondiale della Sanità e dal Guttmacher Institute, sono davvero giganteschi e fanno riflettere. Ma vediamo meglio questa terribile fotografia.

Il tasso di aborti pericolosi è molto variabile da Paese a Paese: in Africa è al 97 percento contro un 65 percento dell’Asia. Ricordiamo che in zone, come l’India, si ricorre all’aborto anche per la selezione del genere: spesso le famiglie rinunciano ad avere un figlio se scoprono di essere in attesa di una femmina. In Europa gli aborti sono sicuri, tranne nei Paesi dell’Est dove si arriva a un 13 percento di rischio.

Secondo quanto si apprende dalla rivista Lancet, nonostante i dati siano ancora molto elevati si è comunque registrato un calo. Per capirci nel 1995 il tasso medio era del 35, nel 2003 del 29 e nel 2008 del 28. Oggi è al 21 percento e nell’86 percento dei casi viene praticato nei Paesi in via di Sviluppo, perché in quelli già “Sviluppati” si utilizzano maggiormente i contraccettivi (dal preservativo alla pillola).

Sono in calo gli aborti sia in Europa che in Nord America, mentre sono in aumento in Africa, Asia e America del Sud. L’Italia brilla per aver registrato una flessione del 2,7 percento nel 2010 rispetto al 2009. Il dato però più interessante (e soprattutto di cui essere orgogliosi) fotografa gli ultimi 30 anni: dal 1982 a oggi gli aborti sono diminuiti del 51 percento.