Abbigliamento in gravidanza: vietati i tacchi alti

In gravidanza sono vietati i tacchi alti perchè possono creare problemi a lungo termine oltre ad aumentare i rischi di cadute

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 15 giugno 2010

Abbigliamento in gravidanza: vietati i tacchi alti

Belli i tacchi, slanciano la figura e rendono ogni donna più femminile. Io li porto poco, ma ci sono signore che non riescono a farne a meno. Da un lato camminare sollevate da terra da un paio di centimetri fa bene alla postura, mentre scegliere quelli vertiginosi crea grossi problemi. Ma c’è di più, le signore incinte che li indossano mettono i propri piedi a rischio. Lo affermano alcuni esperti inglesi dopo un sondaggio che ha rivelato che, almeno in Gran Bretagna, la maggior parte delle donne indossa scarpe sbagliate mentre e’ in dolce attesa. È vero che le inglesi in fatto di moda e di comfort hanno un gusto tutto loro.

Dati alla mano, il Daily Telegraph riferisce che il 32 % delle donne che aspettano un figlio continua a indossare i tacchi alti, il 53 % ripiega sulle ballerine, il 66 % le ciabatte infradito e un 30 % mette gli stivali. Le percentuali non sono sbagliate, semplicemente le signore avevano a disposizione più risposte.

Se anche voi state facendo la stessa scelta sappiate che tutti questi tipi di scarpe sono sbagliati perché non forniscono un supporto sufficiente al fisico appesantito. I tacchi alti soprattutto aumentano le sollecitazioni alla schiena, che già deve sopportare il peso del pancione.

Questa abitudine può creare problemi a lungo termine oltre ad aumentare i rischi di cadute. Le scarpe più adatte dovrebbero essere comode e avere un tacco basso. I tacchi alti possono essere indossati solo in occasioni speciali.

Foto tratte da unsalottonelweb.net