NanoPress
Segui
Cerca

Figli

Figli Come impostare un rapporto corretto con i figli? Come districarsi nel bellissimo ma faticoso ruolo da genitori? In questa sezione vedremo insieme tutto quello che avete sempre voluto sapere sui bambini, sui figli e sui rapporti e gli equilibri famigliari dopo l'arrivo di un bebè. Vedremo però anche come cambiano le cose quando i bambini crescono e come rapportarsi anche con gli adolescenti. Tanti consigli e approfondimenti per i genitori che vogliono creare un'atmosfera rilassata e d'amore in casa, senza malumori e tensioni con i figli.

Bambini: è giusto portarli sempre con sé?

portare i bambini con se

Bambini, è giusto portarli sempre con sé? In realtà non esiste una regola valida per tutte, la scelta è assolutamente personale, a volte motivata dalla necessità, nel caso in cui sia preclusa una qualunque forma di appoggio esterno, altre dal proprio punto di vista. Stare con mamma non ha controindicazioni, purché l’attaccamento non diventi morboso e non sia motivato da un bisogno egoistico della madre stessa. Inoltre bisogna fare attenzione a non coinvolgere i bambini in qualunque attività da adulti per non violare la loro intimità, di certo più vulnerabile a certi stimoli. D’altra parte escluderli da qualunque attività che non sia specificatamente rivolta a loro, per esempio fare la spesa, andare al bar con le amiche, fare shopping, rischia di relegarli in compartimenti stagni. Ovvero i bambini fanno certe cose, i grandi altre e fra i due mondi non c’è relazione. Anche responsabilizzarli eccessivamente, costringendoli ad accudire fratelli e sorelline come fossero dei mini-genitori, è una pratica a doppio taglio. Perché come dicevano i latini, “in medio stat virtus”!

Scrivi un Commento

Primo ciclo mestruale: come gestirlo con tua figlia

prime mestruazioni

Primo ciclo mestruale, come gestirlo?. Un argomento che spesso non viene affrontato in modo adeguato, complice il pudore o vecchi tabù duri a morire. Eppure parlarne con un certo anticipo, spiegando alle proprie figlie di cosa si tratta, è importantissimo nell’ottica di un approccio sano con il loro corpo. Per secoli il ciclo mestruale è stato associato all’impurità e durante le mestruazioni, in alcuni casi, le donne venivano addirittura allontanate dalla comunità. Retaggi di una cultura patriarcale di stampo maschilista che ha fatto il suo tempo. Oggi come oggi anche il ciclo mestruale rivendica il suo diritto a esistere ma affinché venga percepito positivamente, è fondamentale affrontare l’argomento con naturalezza, fin dall’adolescenza. Ecco allora qualche consiglio ad hoc.

Scrivi un Commento

Vip e politiche che non vogliono figli

cover of 140430960253453b41062826b0

Celebrities e donne di politica che non vogliono figli. Carriera e figli continuano ad essere agli antipodi, è quanto appurato dalla rivista britannica “The New Statesman”, secondo la quale il successo femminile richiederebbe, come pegno, la rinuncia alla maternità. Parole confermate dai dati, basti pensare che nel parlamento britannico, preso in esame dalla rivista suddetta, ben il 45% delle deputate non ha prole, mentre la percentuale scende a un 28% per la controparte maschile. E le celebrities non sono da meno: Cameron Diaz, Renée Zellweger, Ellen DeGeneres, Jennifer Aniston a “riprodursi” non ci pensano minimamente.

Scrivi un Commento

Sei una mamma ottimista? [TEST]

Sei una mamma ottimista? Inizia il test e scopri se con i tuoi figli hai un atteggiamento positivo e costruttivo, o se al contrario tendi a lasciarti travolgere dal pessimismo.

Ognuno ha il suo stile educativo ma certo, l’ottimismo non può che fare bene ai figli. Non solo li aiuta a sentirsi più sicuri di se stessi ma li protegge dalle avversità circostanti attraverso il sorriso. Arma, se così vogliamo chiamarla, molto più potente di quelle tradizionali.

E tu sei ottimista come mamma o tendenzialmente pessimista? Scoprilo cimentandoti nel test.

Le cose che le mamme non dovrebbero mai dire ai figli

frasi-da-non-dire-ai-figli

Le cose che le mamme non dovrebbero mai dire ai figli, frasi inopportune che a volte pronunciamo trasportate dalla rabbia, dall’impazienza o dal nervosismo. Controllare le emozioni, anche quelle negative, non è sempre facile quando si ha a che fare con i bambini, che in certe circostanze riescono ad esaurire tutte le nostre energie. Ciò nonostante, ci sono parole che andrebbero preferibilmente evitate se non addirittura eliminate dal vocabolario genitoriale. Non solo frasi evidentemente diseducative, ma anche apparentemente innocue. Scopriamo le più infelici.

Scrivi un Commento

Tuo figlio è un bambino influenzabile? [TEST]

Tuo figlio è un bambino influenzabile? Rispondi alle domande del test e scopri se il tuo bambino tende a lasciarsi influenzare dalle opinioni altrui o se al contrario è molto indipendente.

Ogni bimbo ha la sua personalità, ma al di là delle differenze caratteriali è importante che imparino a pensare con la loro testa, evitando di lasciarsi influenzare troppo dai compagni o dagli adulti stessi. Per favorire questo processo è fondamentale trasmettere ai bimbi sicurezza in se stessi, stimolarli a essere quello che sono, senza pretendere di trasformarli.

E tuo figlio è influenzabile? O è assolutamente autonomo? Per scoprirlo inizia il nostro test.

Quand’è il momento giusto per mandare i bambini al nido?

asilo-nido

Quand’è il momento giusto per mandare i bambini al nido? Gran parte delle mamme di oggi lavora, ecco perché mandare i bimbi piccoli al nido è spesso una necessità, soprattutto se non si può beneficiare del prezioso aiuto dei nonni. Ma il distacco precoce dalla mamma può comportare qualche rischio, andando a interrompere il contatto fisico con il neonato. Specialmente se avviene prima dei 6 mesi di età, periodo in cui i pediatri consigliano di rimanergli il più possibile accanto. Ma allora quando mandare il bambino al nido?

Scrivi un Commento

Che lavoro farà tuo figlio? [TEST]

Che lavoro farà tuo figlio? Rispondi alle domande del test e scopri la professione futura del tuo bambino.

Quali sono le sue passioni, quanto è creativo e quali le sue materie preferite? Per capire il probabile lavoro di tuo figlio da grande è importante considerare la sua personalità, le sue attitudini e preferenze, indipendentemente dalle tue ambizioni. Secondo te cosa diventerà da adulto?

Per scoprirlo cimentati nel test!

E’ pronto per il vasino? [TEST]

E’ pronto per il vasino? Rispondi alle domande del test e scopri se è il momento di passare al vasino.

Ogni bimbo ha i suoi tempi per fare il grande passo ed è importante rispettarli. Ma ci sono alcuni segnali che aiutano a capire se è il momento di abbandonare i pannolini, purché li si interpreti nel modo giusto.

E il tuo piccolo è pronto per passare al vasino? O è ancora pannolino-dipendente? Per scoprirlo cimentati nel nostro test!

Tuo figlio è viziato? Scoprilo con un test

Tuo figlio è viziato? Rispondi alle domande del test e scopri se hai a che fare con un diavoletto capriccioso.

La disciplina è importante nell’educazione dei figli ma non sempre funziona. Ci sono bimbi buonissimi, altri con un vero caratteraccio, difficili da gestire fuori e dentro le mura domestiche. Viziarli complica notevolmente le cose, specie quando sono già di per sè insofferenti alle regole.

Tuo figlio com’è? Un diavoletto incontrollabile o un pacifico angioletto? Lo hai viziato o hai saputo da subito gestire i suoi capricci? Per scoprirlo inizia subito il test.

Come insegnare la matematica ai bambini

insegnare-matematica

Come insegnare la matematica ai bambini? Una materia che mette paura a grandi e piccini, per la quale, si crede erroneamente, bisogna essere per forza portati. In realtà molti ricercatori sostengono che la matematica sia assolutamente alla portata di tutti, nei bambini sarebbe addirittura innata. I problemi a far di conto sono piuttosto una conseguenza di metodi di insegnamento errati. Ma allora come appassionare i nostri piccoli a questa “difficile” materia e come insegnarla nel modo giusto? Ecco alcuni consigli ad hoc.

Scrivi un Commento

Le canzoni più belle dedicate ai figli

canzoni-da-dedicare-ai-figli

Le canzoni più belle dedicate ai figli, versi speciali, melodie toccanti per rendere omaggio ai nostri piccoli e manifestare loro tutto il nostro affetto. Perché nulla è in grado di far vibrare le corde emotive come la musica, fedele compagna di vita dall’infanzia all’età adulta. Ma quali sono le canzoni italiane e straniere più belle? Da “L’Aurora” di Eros Ramazzotti a “Tears in Heaven” di Eric Clapton, da “Eccoti” di Max Pezzali a “Mio cucciolo d’uomo” di Eugenio Finardi, ecco la classifica delle migliori canzoni dedicate ai figli con relativi testi.

Scrivi un Commento

Homeschooling: cos’è, pro e contro

homeschooling

L’homeschooling, o scuola in casa, è una forma di istruzione poco diffusa nel nostro paese, ma piuttosto popolare altrove. Basti pensare che negli Stati Uniti ben 2 milioni di ragazzi non frequentano gli istituti scolastici, a educarli sono i genitori o persone competenti selezionate dagli stessi familiari. La scelta è assolutamente personale ed è approvata dalla legge italiana, purché i ragazzi sostengano annualmente degli esami. Scopriamo cos’è nello specifico, i pro e i contro.

Scrivi un Commento

Via libera all’adozione per una donna single

adozione-single

Via libera all’adozione per una donna single, è la sentenza del Tribunale dei minorenni di Bologna chiamato ad esprimersi sul caso di una donna italiana, da tempo residente negli USA, che ha adottato una bambina oltreoceano. Una vera novità per il nostro paese dal momento che le leggi attualmente in vigore consentono l’adozione ai single solo in casi particolari. Ma i giudici bolognesi si sono dimostrati di larghe vedute equiparando la richiedente a una coniugata a tutti gli effetti.

Scrivi un Commento

Paura della scuola: cosa fare?

paura-della-scuola

Paura della scuola, cosa fare? Pianti, disagio, ansia, tremori ma anche disturbi come nausea, mal di testa, mal di pancia e febbre lieve, sono tutti sintomi tipici del “mal di scuola“. Capita ai bambini piccoli che per la prima volta fanno il loro ingresso in società ma anche a quelli più grandicelli, pronti per la scuola primaria. Le principali ragioni sono l’ansia da separazione dalla casa e dalla figura materna e talvolta una difficoltà di inserimento dovuta a insegnanti troppo severi o coetanei prepotenti. Ma come comportarsi?

Scrivi un Commento
Segui PourFemme

Scarica gratis l'applicazione PourFemme

IPHONE IPAD ANDROID
torna su