Vaccino e autismo: tribunale italiano riconosce la correlazione

da , il

    autismo e vaccino trivalente

    Per la prima volta in Italia è stata riconosciuta la correlazione tra il vaccino trivalente (morbillo, parotite, rosolia – MPR) e l’autismo. Una correlazione che è sempre stata ipotizzata, sospettata ma mai prima d’ora un tribunale aveva riconosciuto un risarcimento per il danno provocato ad un bambino. Tutti i vaccini comportano dei piccoli rischi, che secondo molti medici sono trascurabili in relazione ai benefici. Per altri il discorso è diverso e ci sono anche moltissimi genitori che decidono di non sottoporre il loro bambino alle vaccinazioni.

    Il vaccino contro morbillo, parotite e rosolia – MPR – da sempre è sotto la lente di ingrandimento per i possibili danni che potrebbe provocare. Secondo un tribunale italiano, questo vaccino avrebbe causato l’autismo in un bambino di nove anni che, dopo la vaccinazione, aveva riportato un’infiammazione cerebrale e danni permanenti al cervello.

    Il piccolo si chiama Valentino Bocca ed è stato vaccinato con MPR nel 2004, a 15 mesi. Immediatamente dopo la vaccinazione, i genitori notarono i cambiamenti: il piccolo non voleva mangiare e soffriva di diarrea. Da quel giorno il piccolo passava le notti a piangere per il dolore, ma fu spiegato ai genitori che non poteva trattarsi di una reazione al vaccino.

    In questo caso invece, il Ministero della Salute italiano ha riconosciuto l’errata diagnosi iniziale del pediatra: era infatti il vaccino la causa di questo peggioramento del piccolo. Il tribunale di Rimini ha così deciso per un risarcimento totale di € 174.000 perché Valentino “è stato danneggiato da complicanze irreversibili a causa di vaccinazione (profilassi trivalente MPR) (dalla sentenza)”.

    “Questo è molto significativo per la Gran Bretagna che usa e ha usato, un vaccino MPR con gli stessi componenti di quello dato a Valentino. E sbagliato per i governi e le autorità sanitarie esercitare una forte pressione sui genitori per far vaccinare i bambini con l’MPR, ignorando che questo vaccino può causare l’autismo e le complicazioni collegate. Il numero di casi di autismo è aumentato notevolmente a partire dal 1970 con un caso ogni 64 bambini britannici colpiti” ha detto Luca Ventaloro l’avvocato della famiglia al The Indipendent.