Tutti i benefici e i rischi dell’allattamento

da , il

    allattare seno benefici alimentazione

    Abbiamo parlato spesso dei benefici dell’allattamento, oggi cerchiamo di fare il punto su quelli che sono le proprietà più importanti e gli eventuali rischi di nutrire il bambino con latte materno. Intanto, attaccare il bambino al seno, serve anche per creare un certo tipo di legame. Non vorrei essere fraintesa, non è che chi non può allattare non sarà in grado di costruire un rapporto profondo e unico con il suo bebè, ma ovviamente è qualcosa di vantaggioso e più immediato per chi invece non ha alcun tipo di difficoltà. Se il bambino dimostra di essere un po’ pigro, evitate – almeno all’inizio – di usare ciucci, biberon o tettarelle.

    Bisogna stimolarlo un pochino e soprattutto non avere fretta. Gli esperti sostengono che la scelta migliore sia dare il latte a richiesta e quindi essere sempre disponibili. Quanto bene fa allattare? Tantissimo. Secondo l’OMS, i bambini allattati al seno per sei mesi presentano meno infezioni e un sistema immunitario più robusto.

    In questa fase, se desiderate che il vostro bimbo abbia un’alimentazione ricca ed equilibrata, non dovete assolutamente fumare (quello anche prima e dopo) e poi mettervi a dieta. Tra l’altro, l’allattamento favorisce la perdita di chili di troppo.

    Tra i tanti benefici del latte materno, c’è quello di prevenire l’insorgere di allergie, ma anche di favorire lo sviluppo comportamentale del bambino, il suo QI e influenza l’evoluzione del cervello. Care mamme, quindi cercate di sforzarvi e di allattare.