Tosse secca in gravidanza: i rimedi e le cure

Scopriamo quali sono i rimedi e le cure per la tosse secca in gravidanza, un disturbo piuttosto diffuso che pur non essendo pericoloso, va trattato adeguatamente. Scopriamo cosa si può usare per favorire la guarigione, quali sono i rimedi più indicati e le cure migliori per questo disturbo.

da , il

    Tosse secca in gravidanza: i rimedi e le cure

    Scopriamo i rimedi e le cure per la tosse secca in gravidanza. I 9 mesi di gestazione sono un periodo delicato durante il quale bisogna prendersi particolarmente cura della propria salute. Com’è noto però molti farmaci sono preclusi ed è quindi necessario prevenire il più possibile l’insorgenza di alcuni disturbi. Uno tra i più frequenti, specialmente nella stagione fredda, è la tosse secca, che può dipendere da numerosi fattori: dalla sinusite alle allergie, dall’asma alla bronchite, dal raffreddore all’influenza fino a malattie più serie come polmoniti e laringiti. Scopriamo come trattarla in modo efficace durante la gravidanza con rimedi e cure ad hoc.

    La tosse in gravidanza è pericolosa?

    Molte mamme si domandano se la tosse in gravidanza faccia male al bambino o se in qualche modo possa pregiudicare il buon andamento della gestazione.

    La risposta è no, non è pericolosa, ma è comunque importante trattare la tosse in gravidanza non appena si presenta, adottando una serie di buone abitudini, oltre che di rimedi ad hoc. In questo modo si eviterà che il disturbo peggiori trasformandosi in una tosse persistente molto fastidiosa.

    In rarissimi casi la placenta, che svolge la funzione di barriera protettiva per il feto, può lesionarsi e in tali circostanze è importante curare la tosse il prima possibile, onde evitare che i virus la attraversino raggiungendo il bambino.

    Se la tosse secca è continua può capitare che si manifesti del dolore addominale, attribuito erroneamente all’insorgenza di contrazioni. In realtà il dolore dipende dall’affaticamento dovuto ai colpi di tosse, che di solito peggiorano durante la notte, inficiando il buon riposo della gestante.

    Il feto non corre rischi ma la madre, soprattutto se non riesce a dormire bene, potrebbe sentirsi particolarmente affaticata. Questo indebolimento generale può influenzare negativamente la gravidanza creando una situazione stressante. Ecco perché la tosse persistente va assolutamente trattata in modo tempestivo con le cure più adeguate.

    Tosse gravidica: i sintomi

    I sintomi della tosse secca in gravidanza differiscono un po’ da quelli della tosse grassa e sono prevalentemente:

    • Irritazione.
    • Bruciore.
    • Colpi di tosse.
    • Pizzicore alla gola.
    • Difficoltà a dormire.

    Inoltre la tosse secca, a differenza della tosse grassa, non è solitamente accompagnata da catarro.

    Rimedi per la tosse secca in gravidanza

    Prima di ricorrere ad alcuni rimedi utili, è opportuno verificare che in casa gli ambienti siano sufficientemente umidificati e in caso contrario, provvedere al più presto.

    Non si possono utilizzare farmaci per la tosse in gravidanza salvo eccezioni particolari. L’unico farmaco consentito è il Paracetamolo, antinfiammatorio molto efficace che non va assunto senza prima aver consultato il medico.

    Ottimo l’aerosol per alcuni giorni, comunque da farsi prescrivere. Anche lo sciroppo può rivelarsi efficace ma bisogna scegliere prodotti naturali che siano adatti al periodo in corso. E’ infatti risaputo che in gravidanza alcune sostanze possono risultare dannose sia per la madre che per il feto, pertanto va prestata la massima attenzione.

    Tra i rimedi naturali per la tosse in gravidanza più efficaci ricordiamo:

    • Un bicchiere di latte caldo e miele.
    • Tisana con proprietà antispasmodiche a base di tiglio.
    • Tisana con timo che stimola l’espettorazione.
    • Tisana con passiflora dall’effetto sedativo.
    • Tè alla salvia con cui fare gargarismi ogni 2 ore.
    • Camomilla, da utilizzare nella preparazione di decotti da bere 1-2 volte al giorno. Acquistate i fiori in erboristeria e versateli in acqua bollente, filtratela e bevetela calda, aggiungendo un po’ di zucchero.
    • Sciroppo di cipolla che calma la tosse perché dotato di proprietà antibatteriche ed espettoranti. Si prepara con una cipolla media tagliata a fette sottili e ricoperta di zucchero, bastano 2-3 cucchiai, che va lasciata macerare per alcune ore. Lo sciroppo va assunto dalle 4 alle 6 volte al giorno nella dose di un cucchiaino.
    • Miele, che è noto per le sue proprietà emollienti e lenitive. Potete assumere 1-2 cucchiaini al giorno, magari al mattino e alla sera prima di coricarvi.

    Ricordatevi di assumere sempre liquidi a sufficienza bevendo molta acqua, soprattutto se la tosse è accompagnata da influenza, perché in questi casi si corre un maggior rischio di disidratazione.

    E’ importante inoltre concedersi maggiore riposo rimanendo se possibile a letto, mangiare cibi sani e attendere che la malattia si evolva scomparendo man mano.