NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Tosse nei bambini di notte: i rimedi e le cure

Tosse nei bambini di notte: i rimedi e le cure
da in Malattie, Salute bambini
Ultimo aggiornamento:

    tosse-di-notte

    Tosse nei bambini di notte, scopriamo i rimedi e le cure per questo disturbo fastidioso, frequente in bambini di tutte le età. La tosse, a differenza di quanto si crede, non è una malattia bensì un sintomo dovuto a diverse cause, tra cui condizioni ambientali non ottimali per il riposo notturno. Svolge inoltre una funzione importante poiché aiuta l’organismo a liberarsi delle sostanze che ostacolano la respirazione, quali catarro, alimenti, fumo. Prima di curarla è fondamentale riconoscerne le cause, onde evitare di somministrare rimedi inutili se non addirittura dannosi.

    Una delle cause della tosse nei bambini quando dormono è la diminuzione, in prossimità del sonno, dell’ormone cortisolo, dal potere antinfiammatorio. Ma le cause vanno cercate anche altrove: in alcuni casi potrebbe trattarsi di un tentativo del corpo di eliminare sostanze che ostruiscono la trachea o i bronchi come alimenti o catarro. In caso di febbre e raffreddore potrebbero sussistere malattie infettive o allergie di varia natura.

    In età pediatrica è facile che si presenti la tosse acuta, che di solito dura solo qualche giorno accompagnata da raffreddore, e quindi dovuta a infezioni respiratorie. La tosse acuta si presenta di norma appena il bambino si addormenta e al mattino. Questo dipende dal cambiamento di posizione, da eretta a sdraiata di sera e viceversa al momento del risveglio. Difatti ciò causa uno spostamento del muco dalle fosse nasali alla gola.

    Altri tipi di tosse che si possono presentare anche di notte sono:

    -tosse stizzosa
    -tosse grassa
    - tosse secca
    -tosse catarrale
    - tosse abbaiante
    - tosse convulsa
    - tosse con fischio

    Ognuna di esse rivela, almeno in parte, la natura della malattia correlata. A seconda del tipo, la tosse può essere persistente o sparire dopo breve tempo.

    Ma come calmare la tosse ai bambini di notte? In caso di tosse catarrale, che spesso si caratterizza per presenza di vomito e muco, bisogna fluidificare il catarro, sostanza vischiosa che ostruisce la respirazione. In generale i rimedi naturali più consigliati sono i seguenti:

    - frequenti lavaggi nasali con fisiologica
    - sedute di aerosol con fisiologica o medicinali appositi su prescrizione medica
    - bere molti liquidi, meglio se caldi
    - somministrare qualche cucchiaio di miele prima del sonno a bambini con più di 1 anno d’età, sciogliendolo in latte caldo
    - far riposare il bambino con la testa un po’ più sollevata del solito

    Importantissima anche la corretta umidificazione dell’ambiente, sia in caso di tosse catarrale che abbaiante. Il vapore favorisce l’idratazione delle vie respiratorie e di conseguenza facilita la respirazione stessa. Un valore di umidità ottimale dovrebbe rientrare tra il 40 e 60%. Un ambiente troppo secco può essere il motivo scatenante della tosse solo di notte e senza febbre perché il bambino non riesce a respirare bene.

    Infine in caso di tosse durante il sonno o al mattino è consigliabile aerare bene la casa per favorire il ricambio di aria, evitare assolutamente l’esposizione al fumo e sospendere per un po’ di tempo la pratica di sport all’aperto. Eventuali farmaci andranno somministrati solo in taluni casi, su prescrizione medica.

    Come curarla con i rimedi omeopatici? Premesso che variano a seconda dei tipi di tosse, uno sciroppo adatto a quasi tutti i casi è lo Stodal, ideale anche per i bambini piccoli, con meno di due anni. Se la tosse è secca si utilizza lo Spongia tosta 9 CH mentre per la tosse che si presenta solo di notte è consigliato l’Ipeca 9 CH. Se la tosse è accompagnata da mal di gola, il rimedio omeopatico consigliato è l’Aconitum 9 CH. Tuttavia è bene ricordare che prima dell’acquisto è indispensabile chiedere informazioni specifiche al rivenditore, che saprà orientarvi verso il rimedio migliore.

    Il pediatra può essere consultato in ogni caso onde evitare dubbi sul da farsi ma ci sono alcune situazioni in cui è indispensabile il suo aiuto che si possono riassumere nelle seguenti:

    - quando la tosse grassa o secca è accompagnata da affanno respiratorio o respiri molto ravvicinati
    - quando la tosse è accompagnata da febbre alta da più giorni o la febbre è comparsa dopo qualche giorno
    - quando la tosse continua per più di 2 settimane
    - quando la causa non è chiara

    863

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieSalute bambini
    PIÙ POPOLARI