Test di gravidanza: quando farlo e come funziona

Quando fare il test di gravidanza affinché risulti attendibile e come funziona? Scopriamo qual è il periodo migliore per eseguire il test e in che modo farlo nel modo giusto, onde evitare falsi positivi o falsi negativi, che pur non essendo frequenti possono capitare.

da , il

    Test di gravidanza: quando farlo e come funziona

    Quando fare e come funziona il test di gravidanza? I test di gravidanza si possono acquistare senza ricetta medica, affidabili e sicuri, sono il primo test da fare quando si ha il dubbio di una gravidanza. Ovviamente il secondo passo, se il test risulta positivo, sarà quello di andare immediatamente da un ginecologo che vi prescriverà tutti gli esami del caso. Vediamo insieme quando farlo, come funziona e il prezzo del test di gravidanza.

    Test di gravidanza: come si fa

    Innanzitutto bisogna scegliere il tipo di test preferito, tenendo presente che quello più comune è lo stick urinario. Questo test può essere acquistato senza ricetta medica, il prezzo si aggira intorno ai 10 euro per ogni stick. Il getto urinario va indirizzato sul tampone dello stick, dopodiché si chiude il tappo e si dispone il test su un piano orizzontale, lasciandolo fermo per qualche minuto. Trascorso questo tempo, si passa alla lettura del risultato. Generalmente quando appare una sola linea il test di gravidanza è negativo, quando ne appaiono due è positivo. Difatti la seconda linea di controllo rileva l’ormone beta HCG, il cui livello più o meno elevato indica la presenza di un’eventuale gravidanza. Anche una seconda linea tenue ma continua indica una gravidanza in corso.

    Sebbene la maggioranza dei test farmaceutici siano molto sicuri, in alcuni casi è meglio ripetere il test perché può accadere che si tratti di un falso negativo o di un falso positivo. Questo rischio è maggiore se il test di gravidanza è precoce, quindi eseguito prima del tempo, o quando lasciamo passare troppi minuti prima di verificare il risultato. Se il test dovesse risultare negativo e il ciclo non dovesse presentarsi, è opportuno attendere qualche giorno e rifare il test. Se invece il test è positivo ma arrivano comunque le mestruazioni, la gravidanza potrebbe essere in corso e l’unico modo per saperlo con certezza è, a questo punto, fare le analisi del sangue.

    Test di gravidanza: quando farlo

    Anche se, come premesso, il test di gravidanza è attendibile e si può fare in qualsiasi momento, è solo a partire dal settimo giorno di ritardo della mestruazione che l’HCG è rilevabile. Volendo lo si può utilizzare anche prima, ma la sicurezza del risultato diminuisce. Meglio farlo al mattino quando la concentrazione di HCG nelle urine è più elevata. Considerate inoltre che tra la settima e la dodicesima settimana di gravidanza si raggiunge il parametro massimo di HCG che dimostra la gravidanza. In seguito questo livello si abbassa e infatti dopo le 12 settimane si dovrebbero avere meno nausee. Nel caso di un test di gravidanza scaduto, il risultato non è attendibile, è quindi indispensabile acquistarne uno nuovo.

    Test di gravidanza fai da te

    Esistono dei test di gravidanza fai da te che vengono utilizzati per gioco e per allentare la tensione in attesa delle analisi del sangue. Questi metodi, non attendibili, tuttavia sono abbastanza diffusi tra le mamme e prevedono, quasi sempre, l’utilizzo di urina e sostanze naturali come aceto, bicarbonato, olio, che vengono mescolate insieme per ottenere un dato effetto. Per esempio si dice che se l’urina mescolata con dentifricio bianco, cambia colore, è in arrivo un bebè. (Photocredit: Johannes Jander)