Sophi ha vinto contro il cancro: la foto dell’ultimo giorno di scuola

Lei è Sophi Eber, nickname Sophi Strong, una bambina di 7 anni colpita da un neuroblastoma al quarto stadio che ha festeggiato l'ultimo giorno di scuola e la guarigione dal grande nemico. Ecco la più bella testimonianza della lotta contro il cancro che la mamma di Sophi ha voluto condividere con tutto il mondo

da , il

    Sophi ha vinto contro il cancro: la foto dell’ultimo giorno di scuola

    Sophi ha vinto contro il cancro! Questa è la foto dell’ultimo giorno di scuola scattata dalla maestra della piccola combattente che da quel giorno tutto il mondo sta condividendo sulla propria pagina Facebook. Un ultimo giorno di scuola che già porta con sè la felicità dell’inizio delle vacanze, ma che nel caso della famiglia Eber rappresenta una nuova fase della vita grazie alla vittoria contro il cancro della figlia.

    Lei è Sophi Eber, il primo e l’ultimo giorno di prima elementare, un anno che ha portato con sè la fatica e il dolore di una lotta contro il cancro.

    Era febbraio 2016 quando i medici le hanno diagnosticato un neuroblastoma al quarto stadio.

    Da quel momento la vita di Sophi è stata scandita da 6 cicli di chemioterapia, 14 cicli di radioterapia, un’operazione chirurgica durata nove interminabili ore ad opera del miglior specialista in America, il Dr. La Quaglia e 5 cicli di immunoterapia presso il Memorial Cancer Center di Sloan Kettering a New York.

    Il neuroblastoma è un tumore maligno a prevalenza infantile, infatti 2/3 dei malati hanno un’età inferiore ai 5 anni. Un tumore infantile che nella maggior parte dei casi al momento della diagnosi si è già diffuso formando metastasi di norma localizzate in tutto il corpo.

    Ma nonostante nei casi di Neuroblastoma più aggressivi le percentuali di guarigione si attestano attorno al 20%, il 10 luglio di quello stesso anno Sophi è stata dichiarata libera dal cancro.

    I medici, la famiglia e Sophi sanno che la guarigione non mette fine alle terapie e ai controlli, perchè il rischio di recidive nel tempo sia locali che a distanza è alta, ma la prima grande vittoria c’è stata.

    Sophi oggi sorride per il suono dell’ultima campanella indossando una maglietta con la scritta “Piccola guerriera”, così come sorrideva alla fotocamera ieri senza capelli, sottopeso e con il sondino gastrico per la nutrizione nel naso.

    Recuperato un po’ di peso e i riccioli, Sophi è così diventata l’immagine simbolo della lotta contro il cancro grazie alla sua maestra che ha deciso di fotografarla per poi condividere lo scatto con la mamma di Sophi, che a sua volta decide di condividere quella gioia con il pubblico della rete che già seguiva la battaglia della piccola sui social.

    Reddit e Facebook sono stati infatti utilizzati dalla famiglia Eber per aggiornare i benefattori che hanno contribuito alle cure di Sophi sugli sviluppi della malattia, fatti di tanti piccoli e faticosi passi e di un grande successo finale.

    “Quanta differenza fa un anno di scuola! Questa foto mostra quanto tua figlia abbia attraversato e quanto la sua forza, la sua determinazione e il suo atteggiamento stupefacente ci ispiri! Sono grata di aver avuto l’opportunità di conoscerla e di essere stata la sua insegnante.”