Shopping con il bambino al seguito: le regole per non perdersi i saldi

da , il

    shopping bambini saldi 2011

    È tempo di shopping e soprattutto di saldi. Le mamme sono già preoccupate: come faranno con i loro bambini? Certo non è possibile trascinarli come dei pacchi da un negozio all’altro soprattutto con il caldo terribile degli ultimi giorni. Avete però aspettato tanto e ora rinunciare sarebbe davvero un peccato. Se non avete la nonna o il papà disposti a fare da baby sitter, seguite qualche regola per portare con voi il pupo durante gli acquisti di stagione. Prima di tutto, la scelta migliore cade su un centro commerciale.

    Lo so che spesso i negozi più belli e anche quelli più cari sono in centro città, ma queste grandi strutture sono dotate di aria condizionata e risultano più divertenti anche per i piccoli. Di solito c’è un’area gioco, ci sono dei bar e qualche negozio adatto a loro. In questo modo eviterete di prendere caldo e aiuterete il bimbo a divertirsi. Inoltre, qui – in pochi metri – avete tutto per fare anche la spesa.

    I consigli sono di Italo Farnetani, pediatra e docente a contratto dell’Università di Milano Bicocca, che invita mamme e papà in preda alla ‘febbre da shopping’ in vista dei saldi estivi a coinvolgere il piccolo. La seconda regola è fare attenzione all’abbigliamento. “Il bimbo non deve essere troppo scoperto se la temperatura nel negozio è bassa, e bisogna fare attenzione agli sbalzi che si subiscono uscendo. L’ideale è vestire il piccolo a strati, in modo da poter aggiungere o togliere qualcosa in base al clima del momento”.

    Poi fatevi aiutare nella scelta dei vestiti dai vostri figli. È un modo per stimolare il loro gusto e anche la loro autonomia. Infine, ricordatevi una bella pausa con merenda: il gelato potrebbe essere la scelta giusta, ma anche una buona spremuta.