Sempre più bambini soffrono d’ansia e il disturbo va trattato tempestivamente

da , il

    ansia bimbo

    I bambini soffrono d’ansia. È vero sembra una cosa strana, ma anche loro hanno attacchi di panico e paure da prestazioni, soprattutto in età scolastica. Bisogna curare per tempo le sindromi ansiose in questo modo è possibile ridurre il rischio del 60 per cento che possano sviluppare malattie mentali gravi da adulti o anche solo più in là nel tempo. A sostenere questa tesi sono i ricercatori dell’Imperial College di Londra, che hanno notato come i tassi di depressione siano in 40 anni più che raddoppiati.

    Secondo i medici, trattare l’ansia nei bambini ridurrebbe del 60 per cento questo rischio. Per darvi un’idea di cosa stiamo realmente parlando vi passo qualche dato: in Europa ci sono 165 milioni di persone con disturbi mentali e l’età di questi problemi è sempre più bassa, s’inizia dai bambini.

    Tra l’altro queste malattie, perché è giusto chiamarle così, possono contribuire all’insorgere di altri problemi, ancora più gravi, come quelle neurodegenerative – tra cui la malattia di Parkinson. Non si tratta quindi del solito studio privo di senso, ma di un campanello d’allarme che va davvero tenuto presente in modo concreto.

    Se quindi notate che il vostro bimbo abbia spesso i classici sintomi dell’ansia, è meglio segnalarlo al medico. Intervenire in tenera età potrebbe cambiare il corso della malattia. Inoltre, è un modo per assicurare loro una vita più serena ed equilibrata.