Scuola, genitori preoccupati per la qualità della mensa

da , il

    In questo momento quale potrebbe essere la preoccupazione maggiore per un genitore che ha un bimbo a scuola? Sfogliando i giornali direi il contagio da influenza A. Invece, no. È la qualità del cibo offerto nelle mense scolastiche.

    Questo è quanto emerge da un sondaggio condotto online da Condiretti. L’indagine fa emergere come per l’inizio dell’anno scolastico i genitori sono più angosciati dalla qualità degli alimenti offerti ai loro figli nei refettori delle scuole (18 per cento) che dal rischio di contagio della nuova influenza A (13 per cento).

    Questa attenzione è alimentata dai risultati dei controlli effettuati dai carabinieri dei Nas nel periodo da gennaio ad agosto, che hanno permesso di verificare numerose irregolarità con 101 infrazioni accertate in 178 istituti ispezionati.

    Sappiamo bene che l’alimentazione è fondamentale per la crescita del bambino e, se scorretta, potrebbe causare problemi alla salute. Un bambino su tre, di età compresa tra i 6 e gli 11 anni, pesa troppo e, in particolare, il 12,3 per cento dei bambini è obeso, mentre il 23,6 per cento è in sovrappeso.

    La mensa non è l’unica causa, c’è anche il minor esercizio fisico (sarebbe meglio con l’inizio della scuola scegliere anche un corso sportivo) e il consumo di cibi grassi e ricchi di zucchero, come le bibite gassate. Per questo occorre intervenire con una maggiore attenzione anche sui menu delle mense, dove deve essere garantita la presenza di cibi sani come i prodotti naturali e la frutta e verdura locale.

    Foto tratte da

    comune.bolzano.it/ ilpaesenuovo.it