Salute bambini, ritirato lo sciroppo pediatrico Nopron

da , il

    sciroppo pediatrico sonno

    La salute dei bambini non è sempre al primo posto, soprattutto quando si parla di farmaci. È di oggi la notizia che è stato ritirato dal mercato lo sciroppo pediatrico Nopron, psicofarmaco per favorire il sonno dei bambini. A rendere pubblica la comunicazione è la stessa Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), che ha sospeso le autorizzazioni ai Laboratoires Genopharm e all’officina di produzione Alkopharm Blois. Il farmaco, molto usato nel nostro Paese e in Francia, è stato completamente bloccato per effetti collaterali molto gravi.

    Quali sono i sintomi che possono manifestarsi nei bambini? Prima di tutto forte nervosismo e agitazione. Questo prodotto dovrebbe aiutare il piccolo a passare notti serene, non peggiorare la situazione. L’obiettivo era di provocare dei sonni continuativi e rilassanti con un po’ di agitazione motoria, peccato che queste agitazioni si sono trasformate in croniche. Ma c’è di più, molti bimbi nel corso della giornata – nei periodi di sospensione – hanno manifestato tremore, stanchezza e sonnolenza.

    La nota del Ministero della Salute ha, inoltre, comunicato: “L’Agenzia Italiana del Farmaco, in collaborazione con l’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) e con le altre Agenzie regolatorie nazionali europee, sta esplorando la possibilità di reperire nuovi siti di fabbricazione per il principio attivo che consentano la ripresa della produzione del medicinale Nopron sciroppo”.

    Intanto viene spontanea una riflessione sull’uso degli psicofarmaci sui bambini. Secondo quanto emerge da uno studio del “Mario Negri”, sono oltre 50mila i bambini italiani che già oggi assumono psicofarmaci. Tra l’altro, non sempre utili. Forse è meglio far fare un po’ di sport in più a bambini ed evitare l’utilizzo di certi prodotti che possono, come in questo caso, solo creare danni.

    Dolcetto o scherzetto?