Salute bambini: contro le malattie esantematiche meglio i vaccini

da , il

    Salute bambini vaccini

    La salute dei bambini va protetta e preservata in tutti i modi, ecco perché si rendono necessarie le vaccinazioni contro alcune patologie specifiche che colpiscono in età pediatrica. Le complicanze che queste malattie potrebbero dare se trasmesse tramite normale contagio, infatti, potrebbero essere pericolose, anche se in una percentuale molto piccola di pazienti. A proposito di vaccini, però, molti genitori nutrono delle riserve, soprattutto – e mi riferisco alla normativa italiana – nei confronti del cosiddetto vaccino trivalente, non obbligatorio, che immunizza contro morbillo, rosolia e parotite.

    La questione è percepita in maniera controversa, perché esiste una scuola di pensiero che sostiene che questo tipo di patologie virali, è meglio “passarle” quando arrivano le epidemie stagionali, ed è meglio che ciò avvenga proprio durante la prima infanzia. Questo perché anche i vaccini possono dare delle reazioni, in casi estremi anche molto gravi, e quindi meglio evitare.

    Lungi dal voler offrire consigli non richiesti che non mi competono e per i quali non ho conoscenze sufficienti, vi segnalo, però, l’allarme che proviene da alcuni ricercatori canadesi, grazie ad uno studio pubblicato sul Canadian Medical Association Journal. In Canada il vaccino trivalente è obbligatorio, ma i medici si sono resi conto che per immunizzare in modo permanente i minori contro questa patologia, e contro le altre due, è assolutamente necessario effettuare un richiamo, poiché una sola dose non è sufficiente a garantire la copertura.

    La valutazione è partita dopo una imponente epidemia di parotite verificatasi in Canada tra il 2009 e il 2010, da cui era emerso che i ragazzi, soprattutto la fascia più a rischio, quella dei giovani tra i 15 e i 24 anni, che avevano ricevuto nell’infanzia una sola dose di vaccino, erano comunque a rischio contagio.

    I ricercatori hanno spiegato che nessun vaccino garantisce una immunizzazione pari al 100%, e tuttavia, per quanto riguarda il trivalente, è necessario reiterare la dose, in modo da garantire una copertura molto vicina a quella totale al bambino. In definitiva, siccome in Italia non esiste l’obbligatorietà, se decidete di vaccinare i vostri figli con il trivalente, ricordate di effettuare sempre il richiamo.