Ruth Iorio, il parto in diretta sui social network [FOTO]

da , il

    La storia di Ruth Iorio non avrebbe niente di speciale, se non fosse che questa blogger statunitense ha deciso di condividere la sua gravidanza e il delicato momento del parto in diretta sui maggiori social network . Ma non tutti hanno gradito, Facebook l’ha infatti censurata a causa di alcune immagini troppo forti.

    Il parto social di Ruth Iorio

    Nye, il figlio di Ruth Iorio, è venuto alla luce sotto i riflettori dei più importanti social network. Tutto ha avuto inizio la notte di Natale, quando la blogger dà il via al suo diario online minuto per minuto. Da lì in avanti si susseguono post e immagini sempre più incalzanti, senza filtri né censure, che tengono inchiodati gli utenti ai social di riferimento. Tutto prosegue al meglio finchè Ruth, che avrebbe dovuto partorire in casa, si trova costretta a raggiungere d’urgenza l’ospedale per un distacco non completo della placenta. Incoraggiata dai followers, la blogger continua a raccontare la sua gravidanza su Facebook e sugli altri social, documentando tutto con minuziosa cronaca di parole e foto fino al momento decisivo, la nascita del piccolo Nye.

    Ma non tutti gradiscono, in primis è proprio Facebook a censurare il parto virale, ritenendo alcune immagini inopportune per il proprio target comunicativo. La blogger si indigna e crea su Twitter un hashtag ad hoc “#ruthshomebirth”, commentando la decisione con una semplice parola… “disgustosa”! In un’intervista rilasciata al giornale per cui lavora, l’Huffington Post, Ruth riafferma la bontà del suo intento, far conoscere al mondo la dura realtà della gravidanza e del parto, che sintetizzano la bellezza e la crudeltà della vita: “”la vita è meravigliosa, ma è anche una gran puttana” è il suo commento finale!