Regole di galateo per la visita al neonato e alla neomamma

Qualche regola di galateo e di buona educazione per fare le prime visite al neonato senza essere di troppo per i neogenitori.

da , il

    Regole di galateo o, meglio, di buona educazione, per la visita al neonato e soprattutto alla neomamma che ha appena partorito. Sì, perché molto spesso, complici la voglia di vedere il piccolo, di dimostrare vicinanza e affetto ai genitori novelli e l’ansia di conoscere il neonato, gli ospiti rischiano di essere invadenti. E di conseguenza, che siano amici o pareti carissimi poco importa, diventano indesiderati. Ecco alcuni consigli utili per decidere come muoversi per dare il benvenuto con la dovuta discrezione e un po’ di tatto a un neonato.

    Meglio in ospedale

    L’ospedale è una zona franca, o quasi. È qui che si dovrebbe andare a conoscere il piccolo appena nato e a salutare i neogenitori. Sì, perché in ospedale ci sono orari di visita ben precisi, la neomamma ha tutto l’aiuto che le serve, tra ostetriche e personale sanitario, puericultrici e medici. Sì, perché qui, nelle corsie del reparto maternità, non si possono fare improvvisate a orari assurdi e non si può interferire più di tanto con le prime ore di vita del piccolo.

    E le visite a casa?

    Per le visite a casa, invece, meglio andarci con i piedi di piombo. Cautela, pazienza e rispetto sono tre parole d’ordine da tenere sempre presenti. Nella maggior parte dei casi la neomamma e il neopapà sono alle prese con le prime prove da genitori, con gli orari assurdi del neonato, con le notti insonni, tra allattamento e cambio pannolino, quindi spesso non hanno molto voglia di ricevere ospiti tra le mura domestiche. No, quindi, alle invasioni e alle improvvisate a pochi giorni dal parto: una telefonata è sempre d’obbligo per chiedere ai diretti interessati se gradiscono o meno una visita a casa; in caso di risposta dubbiosa o negativa, meglio farsi da parte e pazientare. La nuova famiglia ha bisogno dei suoi spazi e della sua privacy, della sua intimità e di prendere confidenza con i suoi nuovi ritmi.

    Qualche cautela è d’obbligo

    Dato per assodato che le improvvisate con citofonate senza preavviso a casa sono bandite, quando il permesso di visita al piccolo è stato accordato, meglio comportarsi nel modo corretto. Innanzitutto, lavandosi o igienizzandosi le mani prontamente prima di tentare ogni tipo di contatto con il neonato: nelle prime settimane di vita l’igiene dei bambino è fondamentale, quindi meglio che i bebè non entrino nel raggio d’azione di germi e batteri di alcun tipo. Avvicinarsi al neonato per ammirarne la bellezza sì, ma senza invasioni di campo eccessive; ogni tentativo di prenderlo tra le braccia può essere fatto solo previo invito da parte dei neogenitori, non come gesto spontaneo.

    SCOPRI TANTE IDEE ORIGINALI PER I REGALI NASCITA

    Dolcetto o scherzetto?