NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Quali sono i diritti dei nonni in caso di divorzio?

Quali sono i diritti dei nonni in caso di divorzio?
da in Famiglia, Figli, I Nonni
Ultimo aggiornamento:
    Quali sono i diritti dei nonni in caso di divorzio?

    Separazione e divorzio provocano purtroppo molti disagi familiari. Ma a farne le spese non sono solo genitori e figli, ma anche i nonni. Ma quali sono i loro diritti in caso di divorzio? E quali gli obblighi? Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla questione.

    La separazione o il divorzio implicano sempre una condizione di disagio che coinvolge tutta la famiglia, nonni compresi. Il conflitto che ne deriva, è spesso la conseguenza che va a ripercuotersi maggiormente sul minore. In questi casi, per garantire uno sviluppo emotivo adeguato del bambino, è molto importante che ci sia una particolare attenzione al contesto familiare allargato, che coinvolge in primo luogo i nonni.

    Il ruolo, che essi hanno, è quello di garantire uno spazio neutro al bambino, permettendogli di sentirsi più sicuro e libero di esprimersi. La paura maggiore del minore è quella dell’abbandono, caricandosi di un senso di colpa per la separazione dei genitori. La casa dei nonni diventa quindi uno spazio neutrale dove esprimere le proprie paure, senza essere giudicato.

    In relazione a ciò, la legge prevede dei diritti e dei doveri riguardanti il rapporto nonni- nipoti. La legge n. 54/2006 che ha riformulato l’art.

    155 c.c. e introdotto il principio secondo, afferma che “anche in caso di separazione personale dei genitori, il figlio minore ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno di essi e di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale”

    Inoltre, il Decreto Legislativo 28/12/2013 n. 154 stabilisce che “gli ascendenti abbiano diritto a mantenere rapporti significativi con i nipoti minorenni» e che «l’ascendente al quale è impedito l’esercizio di tale diritto può ricorrere al giudice del luogo di residenza abituale del minore affinché siano adottati i provvedimenti più idonei nell’esclusivo interesse del minore».

    Grazie a queste leggi, viene garantito il rapporto nipoti-nonni, affinchè questi ultimi possano tutelare il minore e il suo stato emotivo. Ma oltre ai diritti, i nonni hanno anche degli obblighi nei confronti dei nipoti. «L’art. 316bis c.c. (introdotto dal dlgs.154/2013) prevede infatti l’obbligo per i nonni (e gli altri ascendenti), di dare il proprio contributo economico quando entrambi i genitori non siano in grado di farlo».

    Tale condizione verrà imposta solo nel caso in cui i genitori non siano realmente in grado di sussistere a tutte le esigenze del figlio. In ogni caso il ruolo dei genitori rimane sempre primario, mentre quello dei nonni viene considerato sussidiario.

    458

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FamigliaFigliI Nonni
    PIÙ POPOLARI