Primo trimestre di gravidanza: cosa devi sapere, rischi e cosa evitare

Il test di gravidanza è positivo! Congratulazioni! Sei nel primo trimestre di gravidanza e forse non sai che queste prime 12 settimane sono le più importanti per lo sviluppo del tuo bambino. Scopri tutto quello che devi sapere sul primo trimestre, per fare i passi giusti e toglierti ogni dubbio.

da , il

    Primo trimestre di gravidanza: cosa devi sapere, rischi e cosa evitare

    Il primo trimestre di gravidanza ha inizio quando ancora non ne sei consapevole. Ma cosa devi sapere, quali sono i rischi e cosa bisogna evitare? La fase più importante per il proseguimento della gravidanza, il primo trimestre è caratterizzato fuori dalla gioia nel vedere il test di gravidanza positivo e dai primi segni visibili, mentre all’interno del tuo corpo dalla crescita di una nuova vita con tutti i cambiamenti che ciò comporta.

    I primi sintomi della gravidanza

    Esistono alcuni sintomi caratteristici che possono comparire dai giorni successivi al concepimento e che caratterizzeranno il primo trimestre:

    • Affaticamento, sonno e stanchezza
    • Nausea gravidica
    • Capogiri
    • Dolori al basso ventre e gonfiore
    • Intestino pigro
    • Dolore e tensione al seno
    • Perdite trasparenti, marroncine o rosse

    Primo trimestre di gravidanza: a quante settimane corrisponde

    Primo trimestre gravidanza: a quante settimane corrisponde

    Il primo trimestre di gravidanza va dalla 1a alla 12esima settimana di gravidanza, coprendo circa i primi 3 mesi del calendario solare.

    Questo è il periodo più importante per lo sviluppo del bambino e l’embrione si evolve in feto fino ad arrivare ad un peso compreso tra i 14 e i 28 grammi e una lunghezza tra i 7.5 ed i 10.5 centimetri.

    Le analisi e gli esami da fare nel primo trimestre di gravidanza

    Le analisi e gli esami da fare nel primo trimestre di gravidanza

    Dopo aver fatto il test di gravidanza, nel primo trimestre di gravidanza si devono eseguire una serie di esami e analisi:

    • Dosaggio delle beta HCG: per controllare l’andamento della gravidanza
    • Test di translucenza nucale: per valutare la percentuale di probabilità di eventuali malformazioni del feto
    • Esame delle urine: per controllare la presenza di eventuali infezioni delle vie urinarie
    • Esame del sangue: per controllare tutti i valori
    • Test di Coombs: se avete fattore RH negativo
    • Controllo del peso: per valutare un aumento o una diminuzione eccessiva
    • Ecografia transvaginale: esplorazione vaginale con una sonda ad ultrasuoni per controllare la gravidanza nel primo trimestre
    • Controllo della pressione: per controllare la pressione arteriosa e le sue alterazioni
    • Ecografia: per controllare la gravidanza, lo sviluppo del feto e sentire il suo cuore
    • Ecografia morfologica ed ecodoppler: per controllare le settimane della gestazione e verificare la morfologia del feto
    • Villocentesi: test invasivo che permette di diagnosticare anomalie cromosomiche o genetiche

    L’alimentazione da seguire nelle prime 12 settimane di gravidanza

    L'alimentazione da seguire nelle prime 12 settimane di gravidanza

    Una volta che hai accertato di essere incinta è importante modificare la dieta aumentando il consumo di alimenti che aiutino a fare scorta di nutrienti essenziali, come le verdure, particolarmente ricche di acido folico, sostanza importantissima soprattutto nei primi mesi di gravidanza.

    Spazio anche a carne, pesce e legumi perchè ricchi di proteine e ferro.

    Attenzione invece ad alcuni cibi che vanno evitati, quali pesce e carne crudi e formaggi molli non pastorizzati nonchè le verdure mal lavate per evitare di contrarre la toxoplasmosi.

    Cosa evitare nel primo trimestre di gravidanza

    Cosa evitare nel primo trimestre di gravidanza

    Il primo trimestre di gravidanza è un periodo delicato poichè è maggiore il rischio di aborto spontaneo e anche se la gravidanza è un evento fisiologico nella vita di una donna, è bene prendere alcune precauzioni:

    • Non fumare
    • Non assumere alcool
    • Limitare l’assunzione di caffeina
    • Evitare l’esposizione eccessiva allo smog
    • Evitare l’utilizzo di farmaci se non prescritti
    • Evitare di eseguire radiografie. Se necessarie va protetto l’addome e non vanno utilizzati mezzi di contrasto

    L’aumento di peso nelle prime settimane di gestazione

    L'aumento di peso nelle prime settimane di gestazione

    Anche dal primo trimestre di gravidanza viene effettuato il controllo del peso per dare una regola riguardo ad un aumento o verificare che non si verifichi una perdita di peso eccessiva.

    Nelle prime settimane di gestazione l’aumento di peso della futura mamma non è imputabile alla crescita del feto poichè alla fine del primo trimestre sarà grande quanto un frutto e la mamma deve considerare normale un suo aumento di peso di circa 1 o 2 chili.

    Nei primi tre mesi di maternità non devi quindi pensare sia necessario mangiare per due e ricordiamo che un’attività fisica leggera svolta con regolarità è consigliabile sia per il benessere della mamma che per quello del bambino.

    I rischi che si corrono nel primo trimestre di gestazione

    I rischi che si corrono nel primo trimestre di gestazione

    Il primo trimestre di gestazione corrisponde ad una fase particolarmente critica della gravidanza perchè in questo periodo si verificano alcune dei passaggi più significativi quali l’annidamento dell’uovo fecondato nell’utero e la formazione strutturale degli organi del feto. In questo periodo è quindi maggiore il rischio di aborto spontaneo o danni al bambino ed è quindi importante sottoporsi a tutti gli esami di controllo.

    Anche se in forma leggera, fitte, perdite di sangue e dolori possono essere dei comuni sintomi della gravidanza soprattutto nei primi mesi, la futura mamma non deve avere remore nel contattare il medico curante nel caso sospettasse una criticità.