Prime pappe, come cominciare lo svezzamento

da , il

    Con il termine svezzamento si intende il passaggio da un’alimentazione fatta esclusivamente di latte ad una mista, cominciando ad introdurre un pasto diverso al giorno. Si inizia circa dopo i cinque/sei mesi con le prime pappe: ricordate che si tratta di un’operazione graduale ma che ci sono anche bambini che cominciano autonomamente a rifiutare il latte e il seno materno preferendo il biberon. Arriva poi il momento di introdurre nella sua dieta le prime pappe: preparatevi, perchè il suo seggiolone si trasformerà presto in un campo di battaglia! Non preoccupatevi se scambia la pappa per una crema o per uno shampoo…è del tutto normale!

    Quando iniziare lo svezzamento

    Una volta che deciderete di iniziare lo svezzamento, ricordatevi di fare scorta di piattini e posate di plastica adatte al bambino, per fare in modo che cominci a prendere confidenza con questi oggetti. Prima di iniziare con le pappe, consultate sempre il pediatra: vedendo il piccolo saprà consigliarvi da dove iniziare e la tipologia di alimentazione che dovrà seguire. Non seguite troppo i consigli di mamme e amiche: ogni bambino è diverso e proprio per questo ha bisogno di un’alimentazione studiata e personalizzata. Per evitare drammi futuri, le prime volte impegnatevi molto per rendere il pasto un momento giocoso e felice: il rifiuto in età più adulta di alcuni cibi deriva proprio da una sbagliata impostazione del momento del pranzo e della cena.

    Quali alimenti introdurre nello svezzamento

    Gli alimenti più comuni andranno inseriti nella dieta del bambino in modo graduale. Anche in questo caso però, il consiglio è quello di rivolgersi al medico che certamente, conoscendo bene il vostro piccolo, vi potrà fornire uno schema di svezzamento con tutti gli alimenti da inserire piano piano nella dieta. In linea generale, ricordate che i legumi come lenticchie, fagioli, ceci, piselli sono un ottimo alimento perché ricco di proteine di origine vegetale. Per le prime pappe, le verdure devono essere passate. Le potrete invece frullare a piccoli pezzettini un mese o due dopo l’inizio dello svezzamento: in questo modo i vostri piccoli avranno anche un ottimo apporto di fibre, che sono fondamentali per le funzionalità dell’intestino.

    Lo schema dello svezzamento

    Lo svezzamento dovrebbe di norma partire verso il 5°o 6° mese e dovrebbe prevedere cinque pasti al giorno. Per il primo pasto potete prevedere del latte artificiale di proseguimento o latte materno con una quantità di 160-180 ml. Per il secondo pasto sempre del latte artificiale di proseguimento o latte materno per 160-180 ml. Nel terzo pasto invece, dovrete introdurre della minestrina preparata con brodo vegetale o di pollo, la crema di riso e il liofilizzato di carne e da condire con un filo di olio extravergine di oliva e del parmigiano reggiano. A questo punto potete anche introdurre della frutta, come la pera o la mela grattugiate. Per gli altri due pasti della giornata, continuate con del latte artificiale di proseguimento o latte materno per 160-180 ml.

    Fonte foto Public Domain Pictures.net