Posizioni del parto: le più giuste per partorire prima e sentire meno dolore

Senza l'epidurale non esiste un modo per evitare il dolore, ma esistono alcune posizioni che aiutano ad attenuarlo

da , il

    Posizioni del parto: le più giuste per partorire prima e sentire meno dolore

    Avvicinandoci alla fine dei nove mesi è lecito chiedere: quali sono le posizioni del parto più giuste per partorire prima e sentire meno dolore? Le contrazioni, fondamentali ma necessarie per ammorbidire il collo dell’utero, aprire la cervice e far scendere il bambino sono dolorose, ma esistono alcuni consigli che possiamo darvi per provare meno dolore fisico durante la nascita del vostro bambino.

    In sala parto, la prima posizione che la donna cerca di assumere durante il travaglio è quasi sempre quella sdraiata, perchè nella nostra mente è associata al sollievo durante malattie e dolori. In realtà durante il parto è la posizione meno favorevole perchè l’uscita del bambino non è favorita dalla forza di gravità. Anche se questa risulta essere però la più comoda per chi vi sta assistendo al parto, vi consigliamo di rimanere sdraiate solo per riposarvi fra una contrazione e l’altra e di provare fra quelle che vi suggeriamo, frutto delle “prove” delle altre mamme:

    Posizione accovacciata

    Posizione accovacciata

    Sono molte le mamme che adottano la posizione accovacciata per affrontare il parto, soprattutto durante le spinte finali. Ci si deve accovacciare piegandoci sulle ginocchia con i piedi ben saldi per terra aiutandoci a rimanere in posizione grazie ad una sedia o al letto. La forza di gravità favorirà la nascita del bambino, così come la posizione che darà forza alle spinte.

    Posizione in piedi contro ad una parete

    Posizione in piedi contro ad una parete

    La migliore posizione per utilizzare la forza di gravità è quella in piedi, ma per aiutarsi è bene appoggiarsi ad una parete possibilmente dotata di un maniglione a cui sorreggersi durante la contrazione, oppure facendosi aiutare da chi abbiamo scelto di avere vicino. Consigliamo di tenere le gambe leggermente divaricate e morbide durante la contrazione e di camminare prima che ne arrivi un’altra.

    Posizione a carponi

    Posizione a carponi

    Una delle posizioni che hanno aiutato molte mamme a trovare sollievo durante la nascita del bambino è quella a carponi formando un angolo di 90 gradi fra schiena e gambe. Grazie a questa posizione il bacino ha più facilità ad aprirsi e la mamma può utilizzare i movimenti del corpo avanti e indietro o lateralmente in modo ritmico per allentare la tensione. Consigliamo di tenere una sedia con un cuscino davanti in modo da poter appoggiare la testa e rilassare il collo.

    SCOPRI TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SUL PARTO IN ACQUA

    Troverete la giusta posizione ascoltando il vostro corpo, che va assecondato a seconda degli stimoli. Ogni donna è infatti diversa e deve sperimentare le varie posizioni per trovare quella che le può dare più sollievo.

    Consigliamo a tutte di scegliere di avere accanto una persona tranquilla che sia pronta a sostenervi con delicatezza, anche a livello fisico tramite dei massaggi dolci ad alcune parti del corpo (piedi e gambe, spalle e collo) per sciogliere la tensione.