NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Poesie per la Festa della Mamma per la scuola primaria

Poesie per la Festa della Mamma per la scuola primaria

Se state cercando poesie per la Festa della Mamma scritte da autori famosi o da gente comune con la passione per la scrittura, ecco una raccolta di scritti per i bambini della scuola primaria che potranno utilizzare per completare biglietti, lettere e lavoretti

da in Festa della Mamma, Maestre, Poesie per bambini
Ultimo aggiornamento:
    Poesie per la Festa della Mamma per la scuola primaria

    Le poesie per la Festa della Mamma per la scuola primaria sono dedicate a chi vuole fare una dedica alla figura più importante della vita di ognuno. Da scrivere su un biglietto di auguri o da recitare la domenica dedicata alla mamma, abbiamo raccolto le poesie più belle. Di semplice comprensione da parte degli alunni delle scuole elementari, possono essere riscritte a mano o stampate, magari su un foglio pergamena. Scegli fra le poesie per la Festa della Mamma quella che le farà più piacere ricevere.

    La Festa della Mamma viene celebrata in tutto il mondo e qui in Italia, dal 1958, viene festeggiata la seconda domenica del mese di maggio.
    Fra pochi giorni tutte le mamme si aspettano quindi di ricevere letterine, biglietti e lavoretti creati dai bambini a lei dedicati.
    Ecco allora una raccolta di poesie che i bambini della scuola primaria possono utilizzare anche da recitare alla mamma in occasione di questo giorno speciale.

    La mamma non è più giovane
    e ha già molti capelli
    grigi: ma la sua voce è squillante
    di ragazzetta e tutto in lei è chiaro
    ed energico: il passo, il movimento,
    lo sguardo, la parola
    Ada Negri

    Non sempre il tempo la beltà cancella
    o la sfioran le lacrime e gli affanni
    mia madre ha sessant’anni
    e più la guardo e più mi sembra bella.
    Non ha un detto, un sorriso, un guardo, un atto
    che non mi tocchi dolcemente il cuore.
    Ah se fossi pittore,
    farei tutta la vita il suo ritratto.
    Vorrei ritrarla quando inchina il viso
    perch’io le baci la sua treccia bianca
    e quando inferma e stanca,
    nasconde il suo dolor sotto un sorriso.
    Ah se fosse un mio priego in cielo accolto
    non chiederei al gran pittore d’Urbino
    il pennello divino
    per coronar di gloria il suo bel volto.
    Vorrei poter cangiar vita con vita,
    darle tutto il vigor degli anni miei
    Vorrei veder me vecchio e lei…
    dal sacrificio mio ringiovanita!
    Edmondo De Amicis

    Mamma. Nessuna parola è più bella.
    La prima che si impara,
    la prima che si capisce e che s’ama.
    La prima di una lunga serie di parole
    con cui s’è risposto alle infinite,
    alle amorose, timorose domande
    della maternità.
    E anche se diventassimo vecchi,
    come chiameremmo la mamma
    più vecchia di noi?
    Mamma.
    Non c’è un altro nome.
    Marino Moretti

    La madre è un angelo che ci guarda
    che ci insegna ad amare!
    Ella riscalda le nostre dita, il nostro capo
    fra le sue ginocchia, la nostra anima
    nel suo cuore: ci dà il suo latte quando
    siamo piccini, il suo pane quando
    siamo grandi e la sua vita sempre.
    Victor Hugo

    Il bambino chiama la mamma e domanda:
    “Da dove sono venuto? Dove mi hai raccolto?”.
    La mamma ascolta, piange e sorride mentre stringe al petto il suo bambino:
    “Eri un desiderio dentro al cuore.
    Rabindranath Tagore

    Tu sei la sola al mondo che sa,
    del mio cuore,
    ciò che è stato sempre,
    prima d’ogni altro amore.
    Pier Paolo Pasolini

    La giovinezza appassisce,
    l’amore viene meno,
    le foglie dell’amicizia cadono,
    ma la speranza segreta di una madre
    sopravvive più a lungo di tutto.
    Oliver Wendell Holmes

    Nel momento in cui un bambino nasce anche una madre sta nascendo.
    Lei non è mai esistita prima.
    La donna esisteva, ma la madre, mai.
    Una madre è qualcosa di assolutamente nuovo.
    Osho Rajneesh

    E il cuore quando d’un ultimo battito
    avrà fatto cadere il muro d’ombra
    per condurmi, Madre, sino al Signore,
    come una volta mi darai la mano.
    In ginocchio, decisa,
    Sarai una statua davanti all’eterno,
    come già ti vedeva
    quando eri ancora in vita.
    Alzerai tremante le vecchie braccia,
    come quando spirasti
    dicendo: Mio Dio, eccomi.
    E solo quando m’avrà perdonato,
    ti verrà desiderio di guardarmi.
    Ricorderai d’avermi atteso tanto,
    e avrai negli occhi un rapido sospiro.
    Giuseppe Ungaretti

    La donna
    è il più bel fiore della primavera
    e vola tra alberi di sogni.
    Io invece cammino tribolata
    su e giù
    per questa mia città rattrappita
    che non vede il tuffo spericolato
    della mia povera anima.

    Alda Merini

    Grazie mamma
    perché mi hai dato
    la tenerezza delle tue carezze,
    il bacio della buona notte,
    il tuo sorriso premuroso,
    la dolce tua mano che mi dà sicurezza.
    Hai asciugato in segreto le mie lacrime,
    hai incoraggiato i miei passi,
    hai corretto i miei errori,
    hai protetto il mio cammino,
    hai educato il mio spirito,
    con saggezza e con amore
    mi hai introdotto alla vita.
    E mentre vegliavi con cura su di me
    trovavi il tempo
    per i mille lavori di casa.
    Tu non hai mai pensato
    di chiedere un grazie.
    Grazie mamma.
    Judith Bond

    La parola più bella
    sulle labbra del genere umano è “Madre”,
    e la più bella invocazione è “Madre mia”.
    E’ la fonte dell’amore, della misericordia,
    della comprensione, del perdono.
    Ogni cosa in natura parla della madre.
    Kahlil Gibran

    Tu non sei più vicina a Dio
    di noi; siamo lontani tutti. Ma tu hai stupende
    benedette le mani.
    Nascono chiare in te dal manto,
    luminoso contorno:
    io sono la rugiada, il giorno,
    ma tu, tu sei la pianta.
    Rainer Maria Rilke

    Cara mamma,
    vorrei comprarti una rosa
    ma soldi non ne ho.
    Vorrei scriverti una poesia
    ma sono piccolina;
    ma tu sei il più bel dono che
    Dio abbia mandato a me.

    Oggi è la tua festa,
    ti offro baci e fiori,
    grazie, mamma,
    per il tuo immenso amore.
    Stringimi forte al cuore,
    la vita insieme è bella:
    io sarò il tuo cielo azzurro,
    tu sarai la mia stella.

    Ogni mamma somiglia ad una stella
    ma tu, mammina cara,
    sei sempre la più bella.

    Tu sei più che mamma,
    tu sei amica,
    tu sei inspirazione,
    tu sei l’angelo beato
    che Dio ci ha mandato.
    E cosi voglio dirti
    semplicemente
    che ti voglio bene.

    Se fossi un pittore,
    dipingerei un quadro
    con tutti i colori del creato.
    Al centro metterei
    un cuore tutto d’oro
    e sotto scriverei:
    Mamma, tu sei il più bel tesoro!

    Il lavoro di un uomo è dall’alba al tramonto,
    il lavoro di una madre non finisce mai.

    Dell’essere madre invidio la bellezza negli occhi di un figlio che ti guarda.
    Nessuno mi farà mai sentire così bella.
    Nessuno.

    Mia madre è una poesia
    che non sarò mai in grado di scrivere,
    anche se tutto quello che scrivo
    è una poesia a mia madre.

    Quando ero triste,
    mia madre mi diceva di chiudere gli occhi
    e di pensare a una cosa bella.
    Ora ho gli occhi chiusi e penso a lei.

    Trovata la poesia da dedicare alla mamma? Adesso perchè non prepararle anche uno dei lavoretti dedicati ai bambini della scuola primaria che vi proponiamo?

    1508

    Festa della Mamma: lavoretti per la scuola primaria
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Festa della MammaMaestrePoesie per bambini
    PIÙ POPOLARI